La ricchezza e la varietà del patrimonio storico, artistico, scientifico e di creatività contemporanea della nostra città sono i motivi alla base della nascita di Culture: un nuovo sito e una nuova identità visiva che raccontano la pluralità, e allo stesso tempo l’unità, di un insieme di luoghi, attività, servizi ed eventi promossi da Roma Capitale. La programmazione culturale cittadina è assicurata, sotto l’indirizzo dell’Assessorato alla Crescita culturale, da una struttura a più articolazioni che comprende il Dipartimento Attività Culturali, l’Istituzione Sistema Biblioteche Centri culturali, la Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.

Realtà con storie diverse ma obiettivi comuni, che ogni anno danno vita a migliaia di eventi culturali piccoli e grandi, che in queste pagine vogliamo riunire e raccontare.

Nelle sezioni del sito troverete Musei, Teatri, Biblioteche, Cinema, Musica. Nomi comuni che riuniscono istituzioni e luoghi vissuti e amati da tutti: Accademia Nazionale di Santa Cecilia, la rete delle 39 Biblioteche di Roma, la Casa del Cinema, la Fondazione Cinema per Roma e il Nuovo Cinema Aquila, la Fondazione Musica per Roma con i suoi Auditorium Parco della Musica e Casa del Jazz, l’Azienda Speciale Palaexpo che con il Polo Espositivo dell’arte e della cultura  contemporanea riunisce Palazzo delle EsposizioniMACROMattatoio e il progetto del nuovo  RIF Museo delle Periferie, la Fondazione Romaeuropa, il Teatro dell’Opera di Roma, il Teatro di Roma con i teatri ArgentinaIndiaTorloniaValle, e la rete dei Teatri in Comune, la Sovrintendenza Capitolina con la sua rete di 20 musei, spazi archeologici, parchi e ville storiche.
Le aziende, fondazioni ed enti culturali pubblici capitolini si riuniscono periodicamente nel Tavolo della Produzione Contemporanea, coordinamento che favorisce la definizione di attività comuni e l’integrazione delle programmazioni, ufficialmente costituito nel 2019 con la sottoscrizione di un protocollo di durata triennale.

Ai programmi istituzionali si aggiungono le numerosissime Attività diffuse in tutto il territorio dagli operatori culturali indipendenti a cui l’Amministrazione contribuisce attraverso un sistema di bandi di durata triennale che consentono un’efficace programmazione di medio periodo e che oggi sono raccolti all’interno del grande contenitore di Romarama.

Il sito è anche la guida ai grandi eventi culturali che coinvolgono tutta la città con la partecipazione di migliaia di artisti e spettatori.

Un’offerta ricchissima e diversificata che, da oggi, si presenta attraverso un nome comune plurale, Culture: tante e diverse come le storie, i linguaggi e le forme espressive che animano la città.

Culture nasce alla fine del 2020, a termine di un lungo lavoro di riordino del sistema culturale cittadino con l’intenzione, ancor più oggi nel quadro di grave crisi che stiamo attraversando, di sostenere la produzione culturale e la valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale al fine di renderlo sempre più accessibile alle persone che vivono questa straordinaria città.

 

Il perimetro cultura di Roma Capitale è costituito da:

Dipartimento Attività Culturali 

Il Dipartimento Attività Culturali assicura il coordinamento e la promozione delle attività generate dalle realtà sul territorio, e dalle istituzioni e dagli enti del Tavolo della Produzione Contemporanea con lo scopo di favorire la partecipazione dei cittadini alla vita culturale attraverso lo stimolo alla produzione artistica e la valorizzazione dei linguaggi del contemporaneo e della scienza. Tra le sue competenze ci sono le attività autorizzative per il pubblico spettacolo e le riprese cinetelevisive, la gestione dei contratti di servizio con Zètema Progetto Cultura e con l’Azienda Speciale Palaexpo, l’erogazione di contributi a sostegno degli enti culturali di cui Roma Capitale è socio fondatore, l’Osservatorio sulla partecipazione e non partecipazione culturale e il progetto internazionale dedicato ai diritti culturali La Charta di Roma 2020.

Istituzione Sistema Biblioteche di Roma  

L’Istituzione Sistema Biblioteche Centri Culturali è l’organismo strumentale di Roma Capitale per la gestione dei servizi culturali e dei luoghi destinati alla lettura. La finalità dell’Istituzione è quella di garantire il diritto alla cultura e all’informazione, promuovendo lo sviluppo della comunicazione in tutte le sue forme. Mette a disposizione di tutti oltre 900.000 tra libri e riviste, 8.500 ebook, 800 tra libretti e partiture musicali, oltre 120.000 risorse musicali e video digitali.

Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali 

La Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali gestisce, mantiene, valorizza i beni archeologici, storico-artistici e monumentali di proprietà di Roma Capitale. La vasta consistenza del suo patrimonio culturale e le caratteristiche per certi aspetti uniche del suo territorio – la città di Roma comprende, tra l’altro, il più grande centro storico del mondo, in gran parte cinto dalle Mura Aureliane, tutelato dall’ Unesco come “patrimonio dell’umanità” – hanno reso necessaria l’istituzione di una specifica Sovrintendenza. L’attività della Sovrintendenza non ha fini istituzionali esclusivamente conservativi, ma si estende nel più vasto ambito della valorizzazione e della promozione culturale.

 

L’indirizzo politico delle istituzioni culturali capitoline è dato dall’Assessorato alla Cultura, nell’attuale Giunta denominato Assessorato alla Crescita culturale. E’ attualmente guidato da Luca Bergamo, che ricopre anche la carica di Vice Sindaco.