A grandezza naturale – Erri De Luca
GRATUITOSTREAMING

A grandezza naturale - Erri De Luca

Presentazione del libro con l'autore. Modera Gianfranco Marcelli

Nell'ambito di Biblioteche di Roma

24.03.2022 ORE 17:30 Biblioteca Penazzato
Via Dino Penazzato, 112

Informazioni

“Ho iniziato queste pagine da un ritratto di Marc Chagall che raffigura suo padre a grandezza naturale, uno a uno. Lo fece a memoria e a distanza. Tra genitori e figli si apre la frattura di spazio e di tempo. Si allontanano anche abitando sotto lo stesso tetto. Qui passa tra loro la relazione tra due capi della stessa corda. In matematica esiste una complicata Teoria dei nodi. In narrativa esiste tra genitori e figli l’innumerevole narrativa dei nodi. La più conosciuta, estrema, lega e slega Isacco e Abramo su una cima deserta e desolata. Da figlio ho praticato lo scioglimento brusco, alla maniera di Alessandro con il nodo di Gordio. Lo aprì con un colpo di spada, che non è la soluzione dell’enigma, ma la sua negazione. Da figlio ho creduto di poter ignorare il vincolo, fare come se i miei fossero degli adottivi occasionali. È stata presunzione da pagare successivamente con il debito a vita. Si attraversa un’età di rinnegamento degli affetti. Perfino il protagonista dei Vangeli non volle riconoscere in pubblico sua madre.”

Enrico De Luca, detto Erri ( Napoli, 20 Maggio 1950), scrittore, giornalista, poeta e traduttore.

Diciottenne, vive in prima persona la stagione del ’68 ed entra nel gruppo extraparlamentare Lotta Continua. Poi sceglie di esercitare diversi mestieri manuali in Africa, Francia, Italia: camionista, operaio, muratore. Studia da autodidatta l’ebraico e traduce alcuni libri della Bibbia. È opinionista de «il Manifesto».

Per vivere, ha svolto molti mestieri manuali, in Italia e all’estero, fu operaio qualificato, camionista, magazziniere, muratore. Fu operaio in fabbrica, muratore a Napoli dopo il terremoto, muratore in Francia, volontario in Tanzania, dove contrasse la malaria, operaio di rampa in aeroporto a Catania, muratore a Milano e a Roma, fino al 1997. Durante la guerra della ex Jugoslavia fece l’autista di convogli umanitari. Nel 1999 fu a Belgrado durante il periodo dei bombardamenti della NATO.

Ha studiato da autodidatta diverse lingue, tra cui il russo, lo swahili, lo yiddish e l’ebraico antico, da cui tradusse alcuni libri della Bibblia.

Nel 2011 ha creato la “Fondazione Erri De Luca” con finalità culturali e sociali, attraverso gli strumenti comunicativi delle diverse discipline artistiche.

Ha calcato le scene teatrali con molti artisti, tra cui Gianmaria Testa e Gabriele Mirabassi con i quali haportato per molti anni sulle scene il recital “Chisciotte e gli invincibili”, poi rinnovato con “Chisciottismisti”. Con la nipote Aurora De Luca ha portato in scena il recital “In viaggio con Aurora”. Con Sara Cianfriglia e Simone Gandolfo ha messo in scena “In nome della madre” sulla gravidanza di Miriam/Maria, tratto dal suo libro.

Scrive e interpreta con Isa Danieli il cortometraggio “Di là dal vetro”, regia di Andrea Di Bari. Scrive e partecipa al cortometraggio “Il turno di notte lo fanno le stelle”, regia di Edoardo Ponti. Scrive la sceneggiatura di “Voce umana” per Sophia Loren, traducendo il testo di Cocteau in napoletano, regia di Edoardo Ponti. Partecipa al cortometraggio “Solo andata”, regia di Alessandro Gassman. Scrive e partecipa al film per DVD “La musica provata”, regia di Emanuele Sana. Scrive e partecipa al documentario “Alberi che camminano” , regia di Mattia Colombo. Scrive la sceneggiatura del film breve “Tu non c’eri”, regia di Cosimo Damiano Damato con protagonisti Piero Pelù, Brenno Placido e Bianca Guaccero.

L’incontro è trasmesso anche in diretta streaming sulle pagine Facebook di Biblioteche di Roma e della Biblioteca Penazzato.

Il programma potrebbe subire variazioni

...Leggi tuttoLeggi meno...