Contemporaneamente Roma
Contemporaneamente Roma
Ancora interpretati ancora
GRATUITO

Ancora interpretati ancora

Le opere di Luca Arboccò e Francesco Pozzato si interrogano sulla storia del monumento che le ospita, sul suo spostamento e sul suo rapporto con il contesto esterno

Nell'ambito di Sala Santa Rita contemporanea

02.08.2021 ─
12.08.2021
Sala Santa Rita
Via Montanara, 8

Informazioni

Sono tempo e spazio, scenario ma anche punto di osservazione ad essere indagati nella mostra  “Ancora interpretati ancora”, a cura di Sabrina Losenno e Beatrice Marotta, con opere di Luca Arboccò e Francesco Pozzato, ospitata dal 2 al 12 agosto alla Sala di Santa Rita. Cuore del progetto, la lettura e rilettura della storia della ex chiesa di Santa Rita da Cascia in Campitelli, in relazione allo spostamento dell’architettura dall’originaria posizione, nei pressi della scalinata dell’Aracoeli, a quella attuale, avvenuto tra 1928 e 1940.

Il trasferimento realizzato nella prima metà del Novecento, attraverso le opere dei due artisti si fa ora invito a una riflessione più ampia sulla relazione tra architetture e spazio urbano, non solo o comunque non tanto dal punto di vista estetico, quanto per significati e valenze. Il mutamento della chiesa in spazio per l’arte sollecita ulteriori riflessioni sulla risignificazione del monumento stesso.

Posta in relazione con “Per, tra, fra”, ora esposta nell’ex convento SME Las Francesas a Valladolid in Spagna, l’opera di Luca Arboccò punta l’attenzione sugli elementi strutturali e decorativi tipici della chiesa, ripensandoli però su supporto bidimensionale per eliminare dinamiche e relazioni spaziali. Il lavoro di Francesco Pozzato, invece, prende spunto dalla storia della chiesa per interrogarsi sul cambiamento di punto di vista dell’osservatore.

Il monumento si offre così a più narrazioni e reinterpretazioni. Lo spazio urbano diventa materia da riscrivere, secondo nuove relazioni di singolo, comunità, epoca con la città. Lo spostamento qui non è strumento di analisi della “materia”, bensì per sguardo ed emozioni, chiamando il visitatore a rileggere la propria città secondo percorsi personali e visioni inusitate.

Luca Arboccò (Chiavari, 1992) propone uno studio sulla pittura condotto attraverso la lente delle tecnologie digitali.
Francesco Pozzato (Vicenza, 1992) vive e lavora tra Venezia e Vicenza. Ha completato i suoi studi prima in Teatro e poi in Arti Visive all’Università IUAV di Venezia ed è attualmente iscritto a Storia del Mediterraneo Antico e Medievale all’Università Ca’ Foscari.

A cura di Sabrina Losenno e Beatrice Marotta, le opere di Luca Arboccò e Francesco Pozzato.

Il programma potrebbe subire variazioni

...Leggi tuttoLeggi meno...

Nell'ambito di

Sala Santa Rita contemporanea
GRATUITO

Sala Santa Rita contemporanea

Un programma di mostre, performance e installazioni

05.07.2021 ─
31.12.2021
Sala Santa Rita
Via Montanara, 8