Estate Romana
Estate Romana
Appuntamenti del 5 settembre

Appuntamenti del 5 settembre

Proiezione dei corti di Cecilia Mangini, incontro con Ilenia Caleo, Annalisa Sacchi e Giada Cipollone sui lasciti del Sessantotto, performance e concerto

Nell'ambito di Short Theatre 2021

05.09.2021 We Gil
Largo Ascianghi

Informazioni

Ore 18:00 + 19:00 + 23:00
Cecilia Mangini | Essere donne + Stendalì + Suonano ancora
Con Essere donne (1965), Cecilia Mangini, considerata la prima documentarista donna in Italia, analizza la condizione femminile in Italia negli anni del boom economico. Dalle dive del cinema alle donne di tutti i giorni, dalle giovanissime alle anziane, dalle casalinghe alle operaie, dalle donne nella propria terra d’origine a quelle in luoghi di emigrazione; Cecilia Mangini esegue un’analisi che non è solo di costume e psicologica, ma anche – e soprattutto – sindacale e politica. Segue la visione di Stendalì – Suonano ancora (1960), cortometraggio di Mangini su soggetto di Pier Paolo Pasolini, dedicato ai canti funebri della Grecìa salentina: «stendalì» significa «suonano ancora» in Grecanico. La pellicola ricostruisce uno degli ultimi esempi dell’antichissimo rito di lamentazione funebre che sopravviveva ancora, all’epoca, in questo lembo meridionale della Puglia.
Gratuito

Ore 18:00
Ilenia Caleo | Annalisa Sacchi | Giada Cipollone |
In fiamme (dagli anni Sessanta), cosa brucia ancora
Punteggiato da ascolti e snodi vocali, l’incontro interroga il lungo Sessantotto per tornare a incendiare, oggi e da una prospettiva situata, le questioni esplose allora: l’urgenza della lotta, i processi di soggettivazione, la costruzione di comunità, gli ecosistemi relazionali, la dimensione della performance come produzione del comune. A nutrire la conversazione, i materiali contenuti In fiamme. La performance nello spazio delle lotte (1967-1979) (b-r-u-n-o, 2021), il primo volume collettivo prodotto dal gruppo di ricerca di INCOMMON, un oggetto polifonico che aggrega temporalità, scritture e immagini: gli anni Sessanta e Settanta e il presente.
Gratuito prenotazione obbligatoria

Ore 20:00 – 22:30
Anne-Lise Le Gac / Basile Dinbergs | Spacco
L’artista francese Anne-Lise Le Gac e l’artista svizzero Basile Dinbergs si confrontano con WEGIL – lo storico edificio di Trastevere inaugurato nel 1937 come sede dell’organizzazione fascista Gioventù Italiana del Littorio – e lo convertono in uno spazio relazionale.
Biglietti

Ore 20:00 – 22:30
Extragarbo | ACABADABRA
Extragarbo è una piattaforma di creazione artistica e curatoriale che opera nelle arti performative. Nasce nel 2019 dall’alleanza e la collaborazione multidisciplinare di sei artist_ con base a Venezia.
Intrecciandosi tra loro, in questo progetto entrano in campo le diverse attitudini di tre dei suoi membri: Cosimo Ferrigolo è artista del recupero, scenografo e light designer, Gaia Ginevra Giorgi è poeta, sound-artist e performer, Edoardo Lazzari è curatore indipendente, traduttore ed educatore nel campo dell’arte.
Biglietti

Ore 20:00 – 22:30
Giulia Crispiani / Patrizia Rotondi | Scongiuro (parte I)
Scongiuro è una performance, un rituale, uno spazio relazionale in cui Giulia Crispiani – artista, scrittrice ed editor di NERO Editions, vincitrice del Premio Giovani Collezionisti per Quadriennale d’Arte 2020 – e Patrizia Rotonda – cantante, compositrice, educatrice, esperta di canto popolare – si incontrano per mescolare materie e genealogie espressive. Il canto tradizionale e la sperimentazione vocale di Patrizia Rotonda è il filo teso sui si installa la pratica della scrittura e la presa di parola di Giulia Crispiani.
Biglietti

Ore 23:00
R.Y.F.
Francesca Morello, in arte R.Y.F., ha composto i brani per Tutto Brucia, la nuova produzione di Motus che debutta a Short Theatre 2021 nell’ambito della stagione del Teatro di Roma – Teatro Nazionale. Parallelamente al lavoro teatrale, R.Y.F. crea l’album Everything Burns. Questa è la prima incursione di R.Y.F. nella musica elettronica, un omaggio a un esplosivo periodo di ispirazione. Durante la pandemia, Morello si è trovata a lavorare meno con la chitarra e maggiormente con sintetizzatori e drum machine, strumenti che ha imparato ad apprezzare grazie a nomi d’avanguardia come Moor Mother e Special Interest.
Biglietti

Per tutta la durata del festival è possibile vedere negli spazi urbani della città il progetto di Kinkaleri URLO_Roma circa 300 manifesti raffiguranti soggetti urlanti. Un atto semplice, raccolto nelle strade della città, senza retorica e senza stile è cristallizzato nell’immobilità di uno scatto fotografico. Un segnale di richiamo durante le giornate di Short Theatre 2021.

Il programma potrebbe subire variazioni

 

...Leggi tuttoLeggi meno...

Nell'ambito di

Short Theatre 2021

Short Theatre 2021

XVI edizione del festival internazionale dedicato alla creazione contemporanea e alle performing arts. Tra gli spazi coinvolti il We Gil, La Pelanda – Mattatoio, il Teatro di Roma e altri spazi urbani

03.09.2021 ─
13.09.2021
Varie sedi