EUREKA
Dancefloorensick
GRATUITO

Dancefloorensick

Performance divisa in sei capitoli con una serie di video-essays realizzati da Riccardo Benassi

Nell'ambito di re-creatures - maggio 2022

27.05.2022 ORE 22:00 Mattatoio
Piazza Orazio Giustiniani, 4

Informazioni

Performance, 58’

Dancefloorensick è una parola che l’artista ha creato mischiando 3 parole: Dancefloor + Forensic + Sick. L’utilizzo frequente di neologismi e parole inventate gli permette di fare atterrare sulla realtà un’idea, concedendole di uscire dalla sua mente per incontrare altre persone. Dancefloorensick è una serie di video-essays divisa in sei capitoli che – se visti uno dopo l’altro – compongono un unico flusso, suonano come un mixtape. Una collezione d’appunti che ambiscono alla poesia sapendola irraggiungibile: si son presi momentaneamente per mano e poi hanno messo in discussione la linearità formando un cerchio e – forse – interrompendo il ronzio. Ronzio di speaker accesi e pronti che tuttavia non emettono ancora suono. Ronzio di idee contrastanti che l’artista s’illude di codificare. Ronzio dei Big Data che un esercito di AI sta cercando di discernere tra rumore e informazione. Ronzio da linguaggio online standardizzato, sintomo di crisi identitaria e conformismo pilotato. Ronzio delle cicale che erano sulla Terra ben prima che arrivasse l’uomo. Ronzio dei respiratori in terapia intensiva che sostituisce il ticchettio dell’orologio a parete. Ronzio di droni che l’uomo sta già imparando ad abbattere con la fionda. Poi finalmente musica, spesso – anche con il senno di poi – si tratta di una voce amica.

Riccardo Benassi, Danceflooresinck, Video series HD, coproduzione: Centre d’Art Contemporain Genève per Biennale de l’Image en Mouvement 2021 e MACRO — Museum of Contemporary Art of Rome per Retrofuture, 2021-2022

Riccardo Benassi (Cremona, 1982) è un poeta dall’approccio multidisciplinare la cui pratica basata principalmente sul media del linguaggio, riflette sull’impatto delle tecnologie nella nostra quotidiana relazione con lo spazio e con le persone.

In collaborazione con MACRO – Museo di Arte Contemporanea di Roma, Master in arti performative MAP_PA e Accademia di Belle Arti di Roma

Il programma potrebbe subire variazioni

...Leggi tuttoLeggi meno...