Gabriel Marciano Quartet

Gabriel Marciano Quartet

Concerto in cui il giovane quartetto reinterpreta classici della tradizione jazz

Nell'ambito di Casa del Jazz | Stagione 2021-2022

18.03.2022 ORE 21:00 Casa del Jazz
Viale di Porta Ardeatina, 55

Informazioni

Gabriel Marciano Quartet + Special Guest

La band presenta un vasto repertorio di brani originali dalla forte influenza del jazz moderno di New York. All interno del repertorio ci sono anche alcuni standard della tradizione jazzistica americana, interpretati in chiave personale dai giovani musicisti.

Gabriele Marciano alto sax
Vittorio Esposito piano
Alessandro Bintzios contrabbasso
Cesare Mangiocavallo batteria

Gabriele Marciano nasce a Cava De’ Tirreni il 10 Agosto 1998. Fin da subito si avvicina alla musica, e comincia il suo ufficiale percorso di studi all’età di 11 anni. La forte devozione verso il jazz (trasmessagli dai genitori), lo porta a scegliere lo strumento che poi diventerà tutta la sua vita: il sassofono. Intraprende i primissimi studi dello strumento con Antonio Giordano, noto sassofonista salernitano, e successivamente continuerà gli studi presso il Liceo Musicale Alfano I di Salerno con Giuseppe Esposito. Fin dai primi anni di studio, prenderà parte a molte masterclass tenute da musicisti di fama nazionale e internazionale.
Nel 2018 è stato selezionato dalla “ The New School for Jazz and Contemporary Music “ di New York City, dove gli è stato concesso il grande onore di poter essere selezionato per le ammissioni al college. Ha trascorso tempo a New York, ed ha avuto modo di incontrare i migliori musicisti della scena mondiale dei giorni nostri, ma soprattutto la possibilità di poter suonare con tantissimi prodigi della scena di jazz newyorchese. Durante tutto questo percorso di studi ha avuto la grande possibilità di poter studiare e stare a contatto con moltissimi musicisti di fama internazionale, sia all’interno di seminari, sia in contesti privati. Ha avuto la grande occasione di poter incontrare ravvicinatamente musicisti del calibro di : Joe Lovano, Andy Sheppard, Rita Marcotulli,Dario Deidda, Alfonso Deidda, Daniele Scannapieco, Giovanni Amato, Ettore Fioravanti, Dado Moroni, Emanuele Cisi, Stefano Bagnoli, Paolo Fresu, Paolino Dalla Porta, Bebo Ferra, Stefano Battaglia, Furio Di Castri, Greg Hutchinson, Peter Bernstein, Ben Wendel, Linda May Oh, Kurt Rosenwinkel, Seamus Blake, Aaron Parks e Matthew Stevens.

Vittorio Esposito Nasce a Napoli nel 1998 ed inizia giovanissimo con lo studio della musica classica. Ben presto, però, si appassiona al jazz. Partecipa a diversi festival jazz tenutisi in Italia.
Nel 2017, vince la borsa di studio e viene scelto per formare il gruppo dei migliori allievi di Nuoro Jazz , con i quali incide anche un album; vince il premio miglior artista al “Festival Jazz Fara Music” in Fara Sabina a Roma.
Nel 2018 è finalista al Premio Internazionale Massimo Urbani. dove vince la borsa di studio per Umbria Jazz.
Con il Vittorio Esposito quartet, nel 2018, è in finale al festival internazionale “Sibiu Jazz” in Romania dove vince il premio della giuria e nel 2019 è tra i cinque gruppi finalisti del concorso nazionale “Chicco Bettinardi”
Frequenta varie masterclass, tra cui quelle con Kenny Barron, Aaron Parks, Mike Moreno e molti altri.
Attualmente frequenta il II anno di biennio presso il Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma.

Alessandro Bintzios Contrabbassista romano di origine greca, classe 1993. Si avvicina alla musica sin da bambino cominciando a suonare il pianoforte. Da adolescente passa al basso elettrico e successivamente intraprende lo studio del contrabbasso sotto la guida prima di Stefano Nunzi, poi di Stefano Cantarano e Pietro Ciancaglini. Nel 2021 presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma consegue laurea di secondo livello in contrabbasso jazz con lode e bacio accademico. Ha suonato con diversi esponenti della scena jazz nazionale tra cui: Enrico Pieranunzi, Rosario Giuliani, Roberto Gatto, Fabio Zeppetella, Gabriele Mirabassi, Pietro Tonolo, Marcello Rosa, Ettore Fioravanti, Bruce Ditmas, Carla Marcotulli, Mario Corvini, Mario Raja, Carlo Conti e Cristiano Mastroianni.
È il contrabbassista della New Talents Jazz Orchestra di Mario Corvini e dell’Orchestra Giovanile di Jazz di Mario Raja.
Ha suonato in diverse rassegne nazionali tra cui Il jazz italiano per le terre del sisma (L’Aquila 2018, Amatrice 2021), Percorsi Jazz 2019 (Roma), Muntagninjazz 2019 (Sulmona), Summertime 2019 (Casa del Jazz), Si può fare jazz 2021 (Casa del Jazz), Barga Jazz 2019, Taranto Jazz 2020 e Umbria Jazz (2019 e 2021).

Cesare Mangiocavallo Ha iniziato a suonare violino e pianoforte a 6 anni. A 7 anni ha iniziato a studiare la batteria con Andrea Nunzi, Greg Hutchinson, Roberto Gatto, Antonio Sanchez e Mark Guiliana. Ha suonato con Enrico Pieranunzi, Daniele Tittarelli, Roberto Tarenzi, George Garzone Domenico Sanna… Ha partecipato a Soundcheck, condotta da Gegè Telesforo. Nel 2019 è stato chiamato da Enrico Pieranunzi a suonare con lui in quartetto. Si è esibito a Umbria Jazz, Fano Jazz e Pozzuoli Jazz Festival. Nel 2017 esce il suo primo disco in trio. Frequenta il Conservatorio S. Cecilia. Nel 2017 è regista e sceneggiatore del suo primo film presentato al Senato nella Giornata della Memoria. Nel 2020 ha composto al computer l’album “White Noise Mountains” girando, in seguito, un video musicale vincitore di numerosi premi di festival internazionali come: Vegas Movie Awards e Indie Memphis Film Festival.

Il programma poterebbe subire variazioni

...Leggi tuttoLeggi meno...