ESTATE ROMANA
ESTATE ROMANA
Giacomo Balla a Roma. Committenze e luoghi
GRATUITOSTREAMING

Giacomo Balla a Roma. Committenze e luoghi

Incontro a cura di Elena Gigli su Giacomo Balla e il suo amore per Roma

Nell'ambito di Roma Racconta

20.01.2022 ORE 16:30 Museo di Roma
Piazza San Pantaleo, 10

Informazioni

Il tema della conferenza – Giacomo Balla a Roma: committenze e luoghi – parte dall’idea di promuovere un omaggio alla città di Roma da parte del grande artista italiano, nel 150enario dalla nascita avvenuta a Torino nel 1871.
Lo sguardo dell’artista (trasferitosi nella Capitale nel 1895) sempre interessato alla realtà che lo circonda, sia che dipinga opere futuriste che divisioniste, sia che si cimenti negli amorevoli e sognanti ritratti delle figlie Luce e Elica, consente di creare un tracciato inedito, dettato dall’amore di Balla per alcuni luoghi di Roma: Villa Borghese, il Pincio, Via Po, l’atrio del Palazzo Doria Pamphilj o Valle Giulia, il quartiere Della Vittoria con i giardini di Viale Mazzini…
Per restituire anche la traccia dei rapporti intessuti con diverse personalità romane che hanno nel tempo sostenuto l’artista si esaminano alcuni interessanti ritratti, tra i quali quelli del primo mecenate Osvaldo Pardo o dell’Adelaide Ristori, delle figure politiche quali Alessandro Fortis e Ernesto Nathan, degli amici Giovanni Cena e Giovanni Prini, della Marchesa Casati per gli anni Dieci e del Barone Fassini per gli anni Venti. Particolare risalto viene dato, infine, ai luoghi in cui il pittore ha abitato; luoghi che hanno fornito all’artista lo spunto narrativo per la sua produzione artistica: il quartiere Parioli dove si trovava la sua prima abitazione, Villa Borghese, la Montaigne St. Victoire, e il quartiere delle Vittorie, in via Oslavia, dove ancora oggi esiste la “Casa Balla”, coloratissimo scenario di vita della famiglia dal 1929 al 1958, anno della morte di Giacomo.

Elena Gigli, frequentando “Casa Balla” dal 1989, si è laureata a Roma con una tesi su Giacomo Balla e si è specializzata a Pisa nel 2000. Dal 1993 al 2000 ha collaborato con Maurizio Fagiolo dell’Arco a numerose pubblicazioni su Balla e alle prime schedature delle sue opere. Dal 1996 continua questo lavoro in vista della pubblicazione del Catalogo Ragionato dell’arte di Balla. Oltre allo studio dell’Arte Contemporanea, si è occupata anche di Bernini e del Seicento Romano. Dal 2002 si dedica all’opera di Giacomo Balla in modo autonomo e con diverse collaborazioni. Ha curato e collaborato a diverse mostre su Giacomo Balla nelle più importanti città italiane. Collabora con Case d’Asta Internazionali e con la Tutela del Patrimonio Artistico come esperta dell’arte di Giacomo Balla. È responsabile dell’Archivio Gigli per l’opera di Giacomo Balla e del sito archiviogigli.it.

Il programma potrebbe subire variazioni

...Leggi tuttoLeggi meno...