Contemporaneamente Roma
Contemporaneamente Roma
I figli non sono della lupa
GRATUITO

I figli non sono della lupa

Performance di Daniela Ortiz sulla figura di Anita Garibaldi per riflettere sui processi di semplificazione e manipolazione che sono alla base di ogni forma di nazionalismo

Nell'ambito di Hidden Histories 2021

29.09.2021 ─
30.09.2021
Piazzale Anita Garibaldi
Area del Gianicolo

Informazioni

L’artista e attivista Daniela Ortiz presenta una nuova azione presso l’area del Gianicolo, luogo simbolo del Risorgimento italiano, di fronte alla statua di Anita Garibaldi. Centrale per l’analisi dell’artista è la figura di Anita Garibaldi, la cui statua eretta nel 1932 per volontà del regime fascista ritrae la donna di origini brasiliane a cavallo, mentre impugna una pistola e tiene in braccio un neonato: l’eroismo di Anita Garibaldi viene in tal modo indissolubilmente imbrigliato all’interno del binomio guerrigliera/madre, mentre la sue sembianze vengono violentemente europeizzate. A partire da questo monumento e dai documenti storici di celebrazione di Anita Garibaldi prodotti durante il fascismo, Ortiz presenta un momento performativo composto da parole, testi e brevi azioni per introdurre al pubblico la sua ricerca sul monumento. In questo modo mette in luce i processi di semplificazione e manipolazione che sono alla base di ogni forma di nazionalismo, e inserisce, così, la riflessione su questo monumento nel recente dibattito sulla storia e le figure rappresentate nella statuaria pubblica.

La performance è realizzata con il contributo della Real Academia de España en Roma.

Bio
Daniela Ortiz vive e lavora a Urubamba (Perù). Attraverso la sua pratica, l’artista genera  narrazioni visive in cui i concetti di nazionalità, razzializzazione, classe sociale e genere sono  analizzati in maniera critica nei confronti del potere coloniale, capitalista e patriarcale. Le sue  ricerche recenti riguardano il sistema europeo di controllo dell’immigrazione, il suo legame con il  colonialismo e i meccanismi legali creati dalle istituzioni europee per esercitare la violenza contro  le popolazioni migranti marginalizzate. Ha anche indagato il rapporto di sfruttamento tra le classi  sociali benestanti peruviane e i lavoratori domestici. Oltre alla sua pratica artistica, è la madre di un bambino di tre anni, tiene conferenze, seminari,  svolge indagini e partecipa a discussioni sul sistema di controllo migratorio europeo e sui suoi  legami con la colonialità in vari contesti. 

Il programma potrebbe subire variazioni 

...Leggi tuttoLeggi meno...

Nell'ambito di

Hidden Histories 2021
GRATUITO

Hidden Histories 2021

Percorsi artistici performativi inediti in diversi spazi pubblici della città di Roma

15.06.2021 ─
30.09.2021