Il salotto e la biblioteca di José Nicolas de Azara
GRATUITOSTREAMING

Il salotto e la biblioteca di José Nicolas de Azara

Incontro a cura di Sivia Tatti sull'ambasciatore spagnolo a Roma

Nell'ambito di Roma Racconta

22.02.2022 ORE 16:30 Museo di Roma in Trastevere
Piazza Sant'Egidio, 1/b

Informazioni

La conferenza si sofferma sull’attività culturale di José Nicolas de Azara, che arriva a Roma nel 1766 prima come agente generale e procuratore del re di Spagna e poi come Ministro plenipotenziario dal 1784, ruolo che ricopre fino al 1798, quando gli eventi rivoluzionari lo obbligano a trasferirsi a Parigi.

Nel corso dei trent’anni trascorsi a Roma, Azara diventa un punto di riferimento per la cultura cittadina, promuove edizioni, incentiva scavi e studi archeologici, anima conversazioni erudite e mondane; per la sua condizione, frequenta l’ambiente aristocratico e diplomatico che ruota attorno al papato e alla politica romana, ma soprattutto raccoglie attorno a sé una rete di letterati che comprende alcuni degli uomini di cultura più attivi nella città, sensibili a una rilettura in chiave moderna dell’antico.

Tra le sue principali imprese si segnalano le edizioni dei classici pubblicate dall’editore Bodoni di Parma, curate da filologi romani, l’edizione delle opere di Raphael Mengs, l’introduzione a un’importante Vita di Cicerone.

Il palazzo di Spagna diventa quindi un centro di riferimento culturale, frequentato da letterati di diverse nazionalità, dal quale osservare la realtà cittadina della seconda metà del Settecento, un’epoca in cui Roma è un centro culturale nevralgico per il rapporto con l’antico ma anche per la sua dimensione internazionale e diplomatica.

Silvia Tatti insegna letteratura italiana alla Sapienza di Roma; è Presidente dell’Associazione degli Italianisti, Sezione didattica e First Vice-President della International Society for Eighteenth-Century Studies (ISECS). Si è occupata dei principali autori del panorama letterario italiano soprattutto del Settecento e dell’Ottocento, di rapporti culturali tra Italia e Francia, di esilio, di letteratura teatrale e melodrammatica, di didattica della letteratura. Tra i suoi titoli più significativi: Le «Tempeste della vita». La letteratura degli esuli italiani in Francia nel 1799, Parigi-Ginevra, Champion-Slatkine, 1999; L’antico mascherato. Letteratura, melodramma, teatro: studi su Roma antica e moderna nel Settecento, Roma, Bulzoni, 2003; Il Risorgimento dei letterati, Roma, Edizioni di storia e letteratura, 2011; Classico. Storia di una parola, Roma, Carocci, 2015; Poeti per musica. I librettisti e la letteratura, Alessandria, Edizioni dell’Orso, 2016; Esuli. Scrittori e scrittrici dall’antichità ad oggi, Roma, Carocci, 2021.

Il programma potrebbe subire variazioni

...Leggi tuttoLeggi meno...