ESTATE ROMANA
ESTATE ROMANA
In viaggio con l’Uomo di Neanderthal nel Pleistocene romano e laziale
GRATUITOONLINE

In viaggio con l’Uomo di Neanderthal nel Pleistocene romano e laziale

Incontro in presenza e online a cura di Gian Luca Zanzi e Letizia Silvestri nell'ambito di Roma racconta

Nell'ambito di Appuntamenti a cura della Sovrintendenza Capitolina


Informazioni

L’incontro offre una panoramica sulle attuali conoscenze archeologiche, antropologiche e paleontologiche inerenti alle fasi più antiche della presenza umana a Roma e nel Lazio. L’ approfondimento sull’unico giacimento pleistocenico ancora visibile a Roma, quello di Casal de’ Pazzi, è occasione per confronti e spunti di riflessione sugli altri siti scomparsi della bassa valle dell’Aniene, quelli del territorio lungo la Via Aurelia e sul litorale laziale – non ultimo quello di Grotta Guattari che è stato recentemente oggetto di nuove eccezionali scoperte – gettando anche uno sguardo sugli sviluppi scientifici avvenuti di recente a livello internazionale. Il focus della conferenza riguarda l’Uomo di Neanderthal, uno dei protagonisti del Pleistocene medio-superiore in Europa – con particolare attenzione alla sua presenza nel Lazio – e tratta nello specifico le sue origini, le abitudini di vita quotidiana, le abilità tecniche e cognitive, i contatti con individui della sua specie e di altre specie umane, le capacità di pensiero simbolico.  Tanti argomenti sulla sua esistenza ed estinzione sono ancora aperti e dibattuti. L’approccio, fortemente multidisciplinare, spazia tra archeologia, scienze naturali, antropologia fisica e molecolare e non solo. Oltre a proporre una prospettiva insolita sull’archeologia romana e le sue evidenze archeologiche meno note, scopo di questo incontro è quello di contribuire far luce sulle differenze tra i Neandertaliani e l’uomo moderno, nonché di riflettere sulle conseguenze delle oscillazioni climatiche nel corso del Pleistocene, che hanno determinato la complessità evolutiva del “cespuglio” umano e delle altre specie viventi.

Gian Luca Zanzi è archeologo in Sovrintendenza Capitolina dal 2005.  Attualmente Curatore Responsabile del Museo di Casal de’ Pazzi. Specializzato in Archeologia Preistorica si è occupato di tecnologia litica del Paleolitico medio collaborando con il gruppo di ricerca interdisciplinare tra i Dipartimenti di Biologia Animale e dell’Uomo e Scienze della Terra dell’Università’ “La Sapienza”, con il Department of Antrophology of the University of New Mexico (U.S.A).  È socio dell’Istituto Italiano di Antropologia (IsItA) e dell’Istituto Italiano di Paleontologia Umana (IsIPU). Ha lavorato in scavi archeologici classici e preistorici, ricognizioni territoriali e prospezioni geoelettriche sia in Italia che all’estero, pubblicando su riviste nazionali ed internazionali. Ha svolto un periodo di ricerca con una Borsa di studio del Ministero degli Affari Esteri presso l’Accademia delle Scienze e le Università di Varsavia e Cracovia.

Letizia Silvestri è Curatore Archeologo presso la Sovrintendenza Capitolina. Dottore di Ricerca in Archeologia Preistorica, è Cultore della Materia/Honorary Research Associate presso le Università di Roma “Tor Vergata” e di Durham (UK), dove si è formata e con le quali collabora alle attività di ricerca, didattica e produzione scientifica. Specializzata in archeobiologia sociale, dal 2020 è Docente a contratto di Archeozoologia presso l’Università di “Tor Vergata”. Appassionata di museologia, divulgazione ed archeologia pubblica, ha maturato esperienza in questo settore avendo lavorato dal 2016 al 2020 come coordinatrice dei servizi di accoglienza e vigilanza presso i siti del Polo Museale del Lazio e promuovendo progetti di ricerca e didattica inclusivi sia all’interno della Sovrintendenza Capitolina, sia in diretta collaborazione con il MIC e con l’Università.

Il programma potrebbe subire variazioni

...Leggi tuttoLeggi meno...