Contemporaneamente Roma
Contemporaneamente Roma
Incertezza. Interpretare il presente, prevedere il futuro

Incertezza. Interpretare il presente, prevedere il futuro

La mostra illustra alcune delle molteplici sfaccettature dell’idea di incertezza, concetto scientifico e aspetto centrale dell'esistenza umana, e i modi in cui la scienza fa i conti con essa

Nell'ambito di Tre stazioni per arte e scienza

12.10.2021 ─
27.02.2022
Palazzo delle Esposizioni
Via Nazionale, 194

Informazioni

La categoria dell’incertezza permea la visione scientifica moderna, e in particolare proprio quelle scienze che solitamente sono chiamate “esatte”. Le informazioni sul mondo, infatti, sono frutto di osservazioni e misure che hanno sempre un margine di incertezza. Questo può essere valutato e ridotto, ma mai eliminato del tutto, perché trae origine da fluttuazioni casuali che accompagnano inevitabilmente i fenomeni naturali e le stesse procedure osservative.

A partire dal Settecento, gli scienziati hanno scoperto come imbrigliare il caso attraverso la logica e la probabilità. Grazie allo sviluppo di metodi matematici e statistici che incorporano l’incertezza relativa ai singoli elementi di un insieme e la superano nella descrizione collettiva, la scienza ha acquisito la capacità di descrivere e prevedere il comportamento quantitativo di sistemi naturali e umani sempre più complessi. La rivoluzione quantistica, poi, ha mostrato come il caso si annidi anche al livello dei costituenti fondamentali del mondo fisico.
Ma l’incertezza non è solo un concetto scientifico: è anche un aspetto centrale dell’esistenza. I rapidi cambiamenti in atto e, in modo ancor più dirompente, gli effetti sulla nostra vita della attuale pandemia hanno reso pervasivo e persistente il tema dell’incertezza, collocandolo al centro degli sforzi di interpretazione della contemporaneità.
La mostra Incertezza. Interpretare il presente, prevedere il futuro illustra alcune delle molteplici sfaccettature dell’idea di incertezza, e i modi in cui la scienza fa i conti con essa.

E dalla consapevolezza dell’ineluttabilità dell’incertezza scaturisce la necessità di ripensare e valorizzare le idee e gli strumenti che permettono di comprenderla e di governarla, interpellando la scienza, l’arte e la cultura a ogni livello.

a cura di INFN Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Vincenzo Barone, Fernando Ferroni, Vincenzo Napolano, Antonella Varaschin

Il programma potrebbe subire variazioni

...Leggi tuttoLeggi meno...

Nell'ambito di

Tre stazioni per arte e scienza

Tre stazioni per arte e scienza

Progetto che si inserisce nel dibattito contemporaneo sul rapporto tra arte, scienza e società. Le mostre declinano tre punti di vista: storico, artistico e della ricerca scientifica contemporanea

12.10.2021 ─
27.02.2022
Palazzo delle Esposizioni
Via Nazionale, 194