Estate Romana
Estate Romana
Intorno alle mura serviane
GRATUITOONLINE

Intorno alle mura serviane

Appuntamento con Archeologia in Comune su la più antica cinta muraria ancora presente a Roma. Incontro a cura di Rita Volpe

23.06.2021 ORE 16:00

Informazioni

Pochi resti sparsi nella città delle murature in grandi blocchi di tufo giallo (il tufo proveniente dalla zona della via Tiberina, a Nord di Roma), costituiscono oggi la testimonianza della più antica cinta muraria, conosciuta con il nome di Mura Serviane, perché attribuita al re Servio Tullio. Del più antico recinto serviano si conservano pochi resti, ma la gran parte di quanto si è conservato va in realtà attribuita alla ricostruzione delle mura effettuata agli inizi del IV secolo a.C., subito dopo il grande saccheggio di Roma operato dai Galli: fu quella l’ultima volta, prima dei Goti di Alarico ottocento anni dopo, che degli invasori stranieri erano entrati dentro Roma.

Le cave di “tufo giallo di Grotta Oscura” si trovavano del resto nel territorio di influenza della città etrusca di Veio, conquistata dai Romani solo nel 396 a.C. e quindi non si sarebbero potute sfruttare prima in così grandi quantità.
La maggior parte dei resti ancora conservati delle Mura Serviane, spesso “invisibili” agli occhi dei passanti e dei residenti, è venuta alla luce durante la grande stagione di lavori urbanistici ed edilizi che coinvolsero Roma dopo la proclamazione a Capitale d’Italia nel 1870, come il tratto di mura più imponente ancora conservato, a fianco della Stazione Termini, in Piazza dei Cinquecento. Si propone quindi un giro “intorno alle Mura Serviane”, analizzando la scelta del materiale e del percorso e le caratteristiche peculiari.

Incontro a cura di Rita Volpe.
...Leggi tuttoLeggi meno...