Contemporaneamente Roma
Contemporaneamente Roma
La città e il contagio: Roma e la peste
GRATUITOONLINE

La città e il contagio: Roma e la peste

La peste del 1656-57 e le conseguenze sul tessuto sociale ed economico dell'epoca, incontro a cura di Maria Conforti e Irene Fosi

Nell'ambito di Educare alle mostre, educare alla città 2021

11.05.2021 ORE 16:30

Informazioni

La recente pandemia, che ha sconvolto la vita, le abitudini, le certezze contemporanee, ha stimolato numerose ricerche e riflessioni su epidemie del passato. Roma, snodo di comunicazioni fra le diverse parti dell’Italia, l’Europa e il Mediterraneo, meta di pellegrinaggio e centro cosmopolita della corte papale si trovò, nel corso dei secoli, ad affrontare crisi epidemiche, causate soprattutto dalla peste. Quali furono gli strumenti per combattere il ‘morbo invisibile’? Quali erano le conoscenze e le teorie medico-scientifiche sulle epidemie? E quali furono le conseguenze sul tessuto sociale ed economico della città? Quali furono i pazienti e i curanti, medici e chirurghi, che presero in carico le epidemie ricorrenti? Quali furono i luoghi per la cura e che tracce ne restarono nel tessuto urbano? L’attenzione si concentrerà soprattutto sulla peste del 1656-57 a Roma, con due interventi di Irene Fosi (Università di Chieti-Pescara) e di Maria Conforti (Sapienza Università di Roma).

Maria Conforti
Maria Conforti insegna Storia della Medicina presso l’Unità di Storia della Medicina e Bioetica del Dipartimento di Medicina Molecolare della Sapienza, Università di Roma. Dirige il Museo di Storia della medicina della Sapienza. Ha lavorato sulla storia intellettuale e sulla storia della scienza e della medicina in Italia (specialmente a Roma e a Napoli e nel Regno) in età moderna, con particolare riguardo alla storia della comunicazione scientifica (accademie, periodici) e alla medicina pratica (chirurgia, medicina delle donne). Si è inoltre occupata di storiografia della medicina tra il Seicento e il Novecento.

Irene Fosi
Irene Fosi è professore ordinario di Storia Moderna nel Dipartimento di Lettere, Arti e Scienze Sociali dell’Università “G. D’Annunzio”, Chieti-Pescara; Fellow della Alexander von Humboldt-Stiftung presso università tedesche. Si è occupata di giustizia e società in Italia in età moderna, della presenza di stranieri e delle comunità nazionali nella società romana. Ha redatto ‘voci’ per il Dizionario Biografico degli Italiani e per il Dizionario dei Giuristi, ha curato edizioni di fonti, è autrice di numerosi articoli in riviste italiane e straniere. Nel 2006 ha curato un numero monografico della rivista Roma moderna e contemporanea sulla peste del 1656-57 a Roma. È autrice di monografie fra cui: La società violenta. Il banditismo nello Stato Pontificio nella seconda metà del Cinquecento, Roma 1985; All’ombra dei Barberini. Fedeltà e servizio nella Roma barocca, Roma 1997; La giustizia del papa. Sudditi e tribunali nello Stato Pontificio in età moderna, Roma-Bari 2007 (trad. ingl. Papal Justice. Subjects and Court in the Papal State, 1500-1750, Washington D.C. 2011); Convertire lo straniero. Stranieri e Inquisizione a Roma in età moderna, Roma 2011 (trad. ingl. Inquisition, Conversion, and Foreigners in Baroque Rome, Leiden-Boston, Brill 2020).

Il programma potrebbe subire variazioni

...Leggi tuttoLeggi meno...

Nell'ambito di

Educare alle mostre, educare alla città 2021
GRATUITOONLINE

Educare alle mostre, educare alla città 2021

Ciclo di appuntamenti a tema storico, artistico, sociale e scientifico per una lettura ragionata della storia di Roma, dal centro alla periferia

15.02.2021 ─
31.05.2021