Le biblioteche di Roma Capitale
GRATUITOONLINE

Le biblioteche di Roma Capitale

Conferenza on line sulla piattaforma Google Suite a cura di Simonetta Buttò

Nell'ambito di Per i tuoi 150 anni. Conferenze su Roma Capitale (1870-1915)

06.12.2021 ORE 17:30

Informazioni

L’intervento vuole offrire una istantanea sulla presenza a Roma di biblioteche aperte al pubblico all’indomani della fine del potere temporale dei papi: orari, funzionamento, servizi, ma anche vecchi e nuovi protagonisti della professione bibliotecaria nel delicato momento di passaggio alla nuova entità statale. A partire da questa istantanea si cercha di illustrare, nelle grandi linee e con particolare riferimento al mondo delle biblioteche romane, il contesto culturale dello Stato pontifico prima dell’Unità e la sua evoluzione negli anni immediatamente successivi.

Simonetta Buttò, laureata in Letteratura italiana alla Sapienza-Università di Roma e specializzata prima in Filologia moderna e poi in Codicologia presso la stessa Università, ha diretto la Biblioteca universitaria di Genova, la Biblioteca di storia moderna e contemporanea di Roma, la Biblioteca Nazionale “Vittorio Emanuele III” di Napoli e dal maggio 2015 dirige l’Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche. Dal maggio al novembre 2020 ha assunto anche la direzione ad interim della Biblioteca e Complesso monumentale dei Girolamini di Napoli.
A partire dal 1998 è stata docente in diverse università italiane, presso le scuole speciali del Ministero della Cultura e la Scuola nazionale dell’Amministrazione. Attualmente insegna alla Scuola di Specializzazione in Beni Archivistici e Librari della Sapienza.
Direttore responsabile di «DigItalia: rivista del digitale nei beni culturali», è componente del Comitato scientifico dei «Nuovi Annali della Scuola speciale per archivisti e bibliotecari», della rivista «Culture Digitali» delle Rete Diculther e delle collane “Pagine diverse” dell’editore Pacini di Pisa e “Il giardino dei lettori: biblioteche, storia e società” della Metauro edizioni di Pesaro.
È socio corrispondente dell’Istituto Nazionale di Studi Romani, socio ordinario del Centro Nazionale di Studi Leopardiani, rappresentante del MiBACT in seno al Consiglio Direttivo dell’Accademia Lancisiana. Nel giugno 2020 è stata eletta nel Collegio dei probiviri dell’Associazione italiana biblioteche.
Nel 2018 è stata insignita del Premio Giambattista Gifuni per la diffusione del libro e della lettura.
È autrice di oltre cento pubblicazioni, fra cataloghi, monografie, articoli e saggi critici.

Il programma potrebbe subire variazioni

...Leggi tuttoLeggi meno...