Luce sull’Archeologia – 28 marzo
GRATUITOONLINE

Luce sull’Archeologia – 28 marzo

“Da capitale di un Impero all'ultima Roma antica”, una riflessione sulla fine del paganesimo e sui cambiamenti storico politici che hanno sancito il passaggio al cristianesimo

28.03.2021 ORE 11:00

Informazioni

Settima edizione al Teatro Argentina di Luci sull’archeologia, il progetto che si propone di trasportare il pubblico in un nuovo viaggio nella storia di Roma.
Questa edizione, dal titolo Da capitale di un impero all’ultima Roma antica. Paesaggi urbani, trasformazioni sociali e culturali, è un percorso tematico e cronologico nella storia, nell’archeologia e nella storia dell’arte per approfondire l’ultima fase dell’impero romano segnato dall’ascesa del cristianesimo e dalla graduale fusione con la tradizione pagana.

Nei sette incontri domenicali (alle ore 11), introdotti e presentati da Massimiliano Ghilardi e con la partecipazione di Claudio Strinati Andreas M. Steiner, gli spettatori sono accompagnati da professori, studiosi ed esperti nelle varie proposte di volta in volta diverse.

Quinto appuntamento
Pagani e cristiani a Roma in età tardoantica
RITA LIZZI TESTA – Prof.ssa di Storia Romana all’Università di Perugia
In esame il problema de ‘la fine del paganesimo a Roma’, secondo una duplice prospettiva: la prima, quella storiografica, per ricordare come il tema sia stato sviluppato dagli anni Trenta del secolo scorso e quali nuove prospettive si siano aperte di recente, la seconda, invece, di valutazione storica della cristianizzazione di Roma e dei grandi senatori romani. Per comprendere un fenomeno così complesso è infatti necessario tener conto dei lenti cambiamenti storico-politici che si realizzarono in tutto l’impero nel corso di due secoli: mutando il volto della città e in parte quello del cristianesimo, solo nel VI secolo la ‘nuova fede’ si sostituì al paganesimo come unica religione civica.

Vecchie iconografie per nuovi messaggi: l’evoluzione dei tipi monetari, dalla vittoria alata all’angelo longobardo
GIANLUCA MANDATORI – Dottore di ricerca in Filologia e Storia antica alla Sapienza di Roma
La moneta nel mondo antico non era soltanto uno strumento finanziario, ma anche un potente mezzo propagandistico, in grado di veicolare informazioni e modelli ideologici fino agli angoli più distanti dell’impero. In tal senso, la graduale adozione dei simboli cristiani sul circolante costituì un riflesso del nuovo corso politico e culturale, avviato in età costantiniana. Per secoli, passando di mano in mano, le monete continuarono a diffondere le antiche iconografie, ormai cristallizzate, ma anche una nuova chiave di lettura per interpretarle alla luce del messaggio cristiano.

Mausolei degli imperatori nella tarda antichità
STEFANO TORTORELLA – Prof. di Archeologia e Storia dell’Arte Greca e Romana alla Sapienza di Roma
Com’è noto, i monumenti funerari servivano alla commemorazione funebre e alla propaganda celebrativa. Se questo è vero, lo è ancor più per i mausolei (il termine mausoleo, originariamente legato al monumento sepolcrale di Mausolo in Caria del IV secolo a.C., è ampiamente usato per indicare le strutture sepolcrali di rilevanti dimensioni e pregio) degli imperatori dal primo, quello di Augusto, fino a quelli tardo-antichi di Roma e di altri centri. La storia delle tombe degli imperatori è esemplare per illustrare le trasformazioni dei monumenti romani in generale ma mostra anche chiaramente come volessero essere rappresentati dopo la loro morte.

Con contributi di storia dell’arte di Claudio Strinati
La chiesa di S. Sofia a Costantinopoli
anteprime del passato di Andreas M. Steiner
Introduce e presenta Massimiliano Ghilardi

Primo appuntamento – 7 febbraio – video
Secondo appuntamento – 14 febbraio – video
Terzo appuntamento – 21 febbraio – video
Quarto appuntamento – 7 marzo

Il programma potrebbe subire variazioni

...Leggi tuttoLeggi meno...

Torna a...

Teatro di Roma – Cantiere dell’immaginazione
ONLINE

Teatro di Roma – Cantiere dell’immaginazione

Palinsesto digitale del Teatro di Roma

01.10.2020 ─
30.04.2021