ESTATE ROMANA
ESTATE ROMANA
Mail Art – Collaggi Postali
GRATUITO

Mail Art - Collaggi Postali

Laboratorio a cura di Sabrina Ramacci per scoprire l'arte di disegnare e scrivere lettere e cartoline. Per bambine e bambini dagli 11 anni in su

Nell'ambito di Teatri in Comune 2021-2022

23.04.2022 ORE 17:00 Teatro del Lido
Via delle Sirene, 22

Informazioni

a cura di Sabrina Ramacci
dagli 11 ai 91 anni
durata: 120’

Conosciuta con il termine arte postale, la Mail Art è un movimento artistico che si diffonde soprattutto con le Avanguardie d’inizio Novecento e ancora negli anni Settanta. Gli artisti partecipano utilizzando il servizio postale come mezzo di distribuzione e, tramite l’invio di opere, creano un feed-back tra mittente e destinatario. Oggi ci si scrive solo in forme digitali ma la Mail Art è più viva che mai.
Il laboratorio è strutturato in 3 principali blocchi teorico/pratici: visione dell’archivio e storia della Mail Art; scrittura e disegno di lettere e cartoline; analisi del materiale creato e confronto con gli altri.
Si parte dalla condivisione di materiali d’archivio e con il racconto della storia della Mail Art. Successivamente, i partecipanti vengono coinvolti nel processo di creazione di collage, attraverso l’uso di materiali d’epoca: fotografie, lettere, cartoline, riviste e altri materiali cartacei. Aspetto fondamentale del laboratorio è l’esperienza condivisa nel creare un’opera di Mail Art pronta da spedire.

Materiali necessari
Materiale di base: forbici, taglierino, colla, colori, supporto.
Supporti e formati consigliati: cartoncini max A4, vecchie scatole di latta/cartone max A5, cartoline, buste da lettera, tele o cartoni telati di piccole dimensioni.
Materiali per realizzare il collage: cartoline, foto d’epoca, carte colorate, vecchie riviste e qualsiasi cosa vi suggerisce la vostra fantasia.

Archivio Rami è un progetto artistico che esplora il modo in cui rileggiamo le nostre memorie attraverso l’arte. Lettere, cartoline, fotografie, riviste e altri materiali cartacei vengono trasformati in fanzine e opere che offrono scorci sul passato e sono rielaborati attraverso il concetto di hauntology. Rami si occupa anche di trascrivere diari di famiglia, creando mini-libri cartacei, e organizza workshop sui collage realizzati attraverso l’uso di materiali d’epoca. I laboratori di Rami sono anche una riflessione condivisa sul ruolo della memoria individuale nei processi artistici, sulla comunicazione analogica e sulla scrittura a mano.

Sabrina Ramacci
Sabrina Ramacci è giornalista freelance e grafologa, laureata in Storia e Critica del Cinema e specializzata in Arte Contemporanea. È ideatrice e curatrice del progetto Archivio Rami. Per Newton Compton ha pubblicato: Hollywood criminale, 1001 cose da vedere a Roma almeno una volta nella vita, 101 personaggi che hanno fatto grande Roma e Italia giallo e nera.

Il programma potrebbe subire variazioni

...Leggi tuttoLeggi meno...