Maschile singolare e Femminile plurale
GRATUITOONLINE

Maschile singolare e Femminile plurale

Giorgia D'Errico, intervistata da Stefania Luzzi, presenta i suoi ultimi due libri, storie di uomini e di donne per raccontare la complessità del presente

08.04.2021 ORE 11:00

Informazioni

Maschile singolare nasce con l’idea di proseguire le storie del precedente libro di Giorgia D’Errico, Femminile Plurale, questa volta viste attraverso il punto di vista maschile. Dieci storie di uomini che raccontano la loro vita da reporter, professore precario, regista, imprenditore, vigile del fuoco e operaio. Ognuno di loro prova a spiegare quanto sia cambiato il rapporto con il mondo femminile, quanto per loro molte diversità siano superate o non vogliono che si superino. Il loro rapporto con i figli, con le compagne, i compagni, le ex mogli e le famiglie. Le difficoltà di accesso al mondo del lavoro, che spesso non hanno differenza di genere ma molte volte invece ce l’hanno. Sono dialoghi aperti, complessi e spesso emotivamente coinvolgenti che portano a vedere la realtà con gli occhi del maschile per provare a comprendere il femminile.
Femminile plurale sono storie di lavoratrici ancorate, loro malgrado, a un passato che non smette di essere presente. Storie di donne che lottano per emergere in un mondo del lavoro ancora troppo declinato al maschile. Diverse nel loro essere operaie, artigiane, imprenditrici, sognatrici. Semplicemente donne in un tempo troppo poco declinato al femminile.
Giorgia D’Errico, 39 anni, torinese, vive a Roma. Si è occupata di politiche del lavoro con un’attenzione particolare verso il lavoro delle donne e ha fondato e coordinato a lungo la sezione Giovani dell’Associazione Lavoro&Welfare.
...Leggi tuttoLeggi meno...