EUREKA
Muna Mussie – Oblio/Pianto del muro
GRATUITO

Muna Mussie - Oblio/Pianto del muro

Azione performativa e installazione di Muna Mussie che rappresenta la costruzione e la de-costruzione di uno spazio collettivo attraverso il ricamo e il lamento

Nell'ambito di re-creatures - maggio 2022

22.05.2022 ─
05.06.2022
Mattatoio
Piazza Orazio Giustiniani, 4

Informazioni

Oblio è un progetto nato a Torino in occasione della Biennale Democrazia 2021 a cura di Sandretto Re Rebaudengo e BHMF all’ interno della cornice Memory Matters e rappresenta un anti-monumento temporaneo, un rito collettivo di costruzione e de-costruzione dei vuoti della memoria storica e privata, impegnandosi nella riappropriazione dello spazio pubblico.

In occasione della residenza Prender-si curaOblio si declina in Pianto del Muro; in questa nuova ricerca l’artista chiama in causa il diritto al pianto, al lamento. È fortemente percepita la necessità di uno spazio comune dove poter ritualizzare la catarsi, sintonizzarsi all’ascolto proprio e altrui dell’intimo pianto in una dimensione collettiva, pubblica e laica dove l’intimità viene toccata e al contempo velata dal muro semi trasparente, visibile e invisibile dell’oblio. La pratica del ricamo è il medium prescelto per creare questo muro-spazio della memoria, un habitat  pieno-vuoto e vibrante, che tra un foro e l’altro, tra un lamento e l’altro, riporta alla luce la presenza dell’oblio, la trascrive. Il Pianto del Muro inteso come passione e lamento del ricamo, celebra l’oblio passato e presente affinché non sia eredità del futuro.

Il lamento è qui pensato come manifesto di una sinfonia corale, libero dal codice della lingua, del genere, dalla geografia e dai ruoli sociali e culturali; è un lamento che intesse e trapassa la trama del muro per accedere a mondi più sottili.

Nei giorni successivi all’azione i fruitori dell’installazione sono invitati ad attraversare e abitare il corridoio interno al muro e a sfilare il ricamo, ad essere a loro volta attivi nella riappropriazione dell’oblio pubblico e privato, portarlo con sé.

Il lavoro di Muna Mussie, tra gesto, visione e parola, indaga i linguaggi della scena e delle performing arts per dare forma alla tensione che scaturisce tra differenti poli espressivi.

OBLIO / PIANTO DEL MURO
ideazione: Muna Mussie
suono: Massimo Carozzi
in collaborazione con Coloriage, Roma
coproduzione: Azienda Speciale Palaexpo, Mattatoio Roma | Progetto Prender-si cura

Il programma potrebbe subire variazioni

...Leggi tuttoLeggi meno...