Contemporaneamente Roma
Contemporaneamente Roma
No Wags: Il calcio (non) è uno sport per signorine

No Wags: Il calcio (non) è uno sport per signorine

Una serata di monologhi, stand up e musica che indaga e racconta lo sport più amato dagli italiani. Ma esclusivamente dal punto di vista femminile

Nell'ambito di I Solisti del Teatro

24.07.2021 ORE 21:30 Giardini della Filarmonica Romana
Via Flaminia, 118

Informazioni

con
1) Cristina Chinaglia
2) Chiara Tomarelli
3) Chiara Gioncardi
4) Barbara Folchitto
5) Roberta Pompili
6) Floriana Corlito
7) Barbara Ciacci
8) Giada Lorusso
9) Vanessa Cremaschi
10) Mariachiara Di Mitri
11) Claudia Campagnola
All. Piji Siciliani

Terna arbitrale
Guardalinee 1: Egidio Marchitelli (live music)
Guardalinee 2: Roberta Gentili (live painting)
Arbitro: Mimmo de Mattia (fonica e luci)

I progressi del nostro tempo in fatto di parità di genere in tanti campi dello scibile umano, pur essendo non sufficienti sono senza dubbio considerevoli negli ultimi 50 anni.
Il calcio, viceversa, sembra essere rimasto ad un sessismo da età della pietra, tra gaffes retrograde degli addetti ai lavori, ostracismi di vario genere e luoghi comuni superati come “le donne non sanno la regola del fuorigioco” o il proverbiale “il calcio non è uno sport per signorine” fino ad arrivare alla follia di presidenti di società calcistiche che vedono il calcio femminile come qualcosa di diabolico e contro natura.

Ma nel frattempo il mondo, fortunatamente, si muove, le donne sono da tantissimo tempo tifose, calciatrici e da meno tempo sono anche arbitre, guardalinee, allenatrici, dirigenti. Ma nell’immaginario collettivo e spesso anche in quello televisivo sembra che le uniche figure femminili ad aver diritto di cittadinanza nel mondo del pallone siano le “Wags”, acronimo di “wives and girlfriends”, donne che vengono (s)qualificate dalla stampa solo come “mogli di” e “fidanzate di”. In questo contesto folle si è pensato che ci fosse ampio terreno fertile per indagare, tra il serio e il faceto su tutte queste incongruenze, farle entrare in corto circuito e giocarci come il teatro, la stand up comedy e la musica sanno fare.
Ma al tono satirico si aggiunge anche quello poetico del calcio, all’invettiva si uniscono la poesia, l’epica e il grande amore che gli italiani e le italiane hanno per questo meraviglioso sport. Quadretti di famiglie incollate davanti al teleschermo, ricordi festosi dell’Italia ai mondiali, il poster di Paolo Rossi, l’amore di una romanista per Totti o di una laziale per Beppe Signori, la figura mitica di Carolina Morace, l’arbitra, la tifosa e la calciatrice, l’allenatrice nel pallone e tante altre storie.
E infine la musica, a sottolineare da un lato l’assurdità di questo gap lontano dall’essere colmato e da un altro i tanti bei ricordi legati alla storia del calcio.

Il programma potrebbe subire variazioni

...Leggi tuttoLeggi meno...

Nell'ambito di

I Solisti del Teatro

I Solisti del Teatro

Una stagione di spettacoli, parole e musica. 27ᵃ edizione del festival diretto da Carmen Pignataro

06.07.2021 ─
04.09.2021
Giardini della Filarmonica Romana
Via Flaminia, 118