Contemporaneamente Roma
Contemporaneamente Roma
Not Quite Nearly Fine
GRATUITO

Not Quite Nearly Fine

Mostra a cura di Giulio Squillacciotti incentrata sul tema del linguaggio

Nell'ambito di Summer show

15.06.2021 ─
28.07.2021
Fondazione Baruchello
Via del Vascello, 35

Informazioni

Not Quite Nearly Fine a cura di Giulio Squillacciotti è la prima delle due mostre in programma per Summer Show. Il percorso si  articola sul tema del linguaggio. Come dice lo stesso artista: “Una serie di ordigni narrativi mettono  in scena conversazioni possibili – accadute o meno, metaforiche o letterali – costruite a partire da  sistemi di comunicazione per cui non esisteva un vocabolario. Not Quite Nearly Fine – letteralmente:  “non abbastanza vicino al buono”, definizione presa in prestito dalla terminologia del mercato  antiquario per descrivere la qualità e lo stato di conservazione di un libro antico – attraverso i lavori  di Anne Huijnen, Artun Alaska Arasli, Ben Weir, Daniel de Paula, Giulio Squillacciotti, Marie Claire  Krell, Marwan Moujaes e Nour Mobarak, racconta di possibili traduzioni, condizioni identitarie,  tentativi e fallimenti di situazioni e relazioni interpersonali. Di quello che era e come lo ricordiamo, di  quello che resta e come lo abbiamo adattato, di quello che ancora può succedere e come lo  immaginiamo”. La mostra ruota intorno al concetto di scenografia del linguaggio, del non detto, della  veicolazione dell’identità e mette in scena la traduzione possibile di eventi, situazioni storiche,  urbanistiche, momenti personali come macro temi. 

Giulio Squillacciotti presenta What Has Left Since We Left (Quello che è rimasto da quando ce ne  siamo andati), un cortometraggio girato nella sala del trattato di Maastricht in Olanda ma ambientato  in un prossimo futuro in cui tre politici rappresentanti di Belgio, Olanda e Germania si rincontrano  per chiudere l’Unione Europea per sempre. Con l’aiuto di un’interprete britannica nella veste di  analista, il dialogo si sposta su fatti intimi e privati che portano tuttavia a mettere in evidenza idee e  posizioni che riguardano la migrazione, la Brexit, le economie personali, le separazioni vissute.  Senza chiedersi perché l’UE sia finita, i personaggi, tutti interpretati dalla stessa donna, si  interrogano sulla propria identità svelando scenari che dal privato si “traducono” in una dimensione  pubblica inedita. Il film è stato recentemente presentato ai Rencontre Internationales del Louvre e  andrà a “rappresentare” l’Italia ad Artist Film International della Whitechapel di Londra, presentato  da GAMeC di Bergamo. 

All’interno del percorso espositivo un quadro di Marwan Moujaes (RL) raffigura il momento del  battesimo dell’artista stesso, rinviato di due anni per via della guerra civile libanese. Il lavoro di Nour Mobarak (NL/USA), è la registrazione di una conversazione apparentemente non lineare di un dialogo tra lei e il padre poliglotta, affetto da Alzheimer. Anne Huijnen (NL) presenta un’installazione  composta da due sedie dove restano impressi i segni di una conversazione di cui non conosciamo  il contenuto. Una foto di Artun Alaska Arasli (TR/NL) mostra due mani ferite tenere in mano un foglio  su cui – tra macchie di sangue finto – intravediamo un testo senza punteggiatura. L’opera di Marie  Claire Krell (D/NL) è la statua di una donna che ci invita, chinandoci con lei, a osservare l’interno di  una casa di bambole, un luogo in cui qualcosa è successo o che forse deve ancora succedere.  Daniel de Paula (BR/USA) presenta un’installazione composta da tre scatole utilizzate dalle compagnie di spedizione che contengono polvere di rame – del peso del corpo dell’artista – estratta  dai cavi utilizzati per il trading di borsa ad alte frequenze. Nel lavoro di Ben Weir (IE/UK) una voce  con accento del nord dell’Irlanda racconta, insieme ad una serie di apparati fotografici e materiale.

Inaugurazione mostra 14 giugno ore 17 -20

Il programma potrebbe subire variazioni

...Leggi tuttoLeggi meno...

Nell'ambito di

Summer show

Summer show

Nuove forme di consapevolezza sulle ricerche artistiche più innovative che vede protagonisti giovani artisti e curatori del panorama nazionale e internazionale

15.06.2021 ─
29.10.2021
via del Vascello, 35
Via del Vascello, Roma, RM, Italia