Estate Romana
Estate Romana
Pittura murale nella Roma postunitaria
GRATUITOONLINE

Pittura murale nella Roma postunitaria

Conferenza on line sulla piattaforma Google Suite a cura di Manuel Barrese

Nell'ambito di Per i tuoi 150 anni. Conferenze su Roma Capitale (1870-1915)

25.10.2021 ORE 17:30

Informazioni

Pittura murale nella Roma postunitaria. Strategie di rappresentazione per nuovi e vecchi soggetti sociali

A seguito della Breccia di Porta Pia, Roma è costretta a ridefinire la propria immagine anche attraverso un discontinuo ricorso alla pittura murale sia in edifici pubblici che privati. Con l’ausilio delle fonti d’epoca e considerando lavori decorativi poco noti ma di notevole interesse, il presente intervento intende soffermarsi ad analizzare le molteplici istanze del muralismo romano postunitario soprattutto alla luce delle nuove, e contraddittorie, aspirazioni di una neocapitale non più esclusivamente composta da un tessuto sociale “ancien régime” (la nobiltà, il clero). Dopo il 1870, per venire incontro alle esigenze estetiche e rappresentative della borghesia in ascesa, la decorazione di respiro ambientale invade, con maggiore o minore opulenza, le dimore private (villini, palazzi ad appartamenti) e i ritrovi (teatri, grandi magazzini, caffè, stazioni ferroviarie, uffici postali) di un ceto medio-alto ansioso di autolegittimarsi e di imporre i propri rituali mondani. Ed è proprio in questi inediti scenari che artisti di diversa fama e abilità (Cecrope Barilli, Annibale Brugnoli, Domenico Bruschi, Giovanni Capranesi, Giuseppe Cellini, Giovanni Battista Fasce, Luigi Fontana, Prospero Piatti) andarono a sperimentare tecniche alternative all’affresco – esemplificativo, in proposito, è il revival delle facciate graffite e dell’encausto – e diedero vita a più o meno estese campagne pittoriche intrise di cultura storicista – specie di formule visive derivate dalla tradizione cinque-seicentesca – e, allo stesso tempo, dialetticamente aggiornate sui più recenti sviluppi della decorazione europea ottocentesca.

Manuel Barrese è assegnista di ricerca presso l’Università degli Studi “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara. Ha conseguito il Dottorato in Storia dell’arte presso la Sapienza Università di Roma nel 2016. Nel 2017 è risultato vincitore della prima edizione del premio per la pubblicazione delle migliori monografie tratte da tesi di Dottorato in Storia dell’arte della Sapienza (Pittura murale nella Roma postunitaria. Tendenze, sopravvivenze, innovazioni, De Luca Editori, 2019, presentazione di Paolo Portoghesi). Nel 2020-2021 è stato borsista post-doc presso la Fondazione Centro studi sull’Arte Licia e Carlo Ludovico Ragghianti (Lucca)

...Leggi tuttoLeggi meno...

Nell'ambito di

Per i tuoi 150 anni. Conferenze su Roma Capitale (1870-1915)
GRATUITOONLINE

Per i tuoi 150 anni. Conferenze su Roma Capitale (1870-1915)

Per il 150° anniversario della proclamazione di Roma Capitale la Sovrintendenza Capitolina organizza un ciclo di conferenze online in collaborazione con le Biblioteche di Roma e la Biblioteca di Storia Moderna e Contemporanea

16.06.2021 ─
13.12.2021