Premio Letterario Leonina Rondoni
GRATUITO

Premio Letterario Leonina Rondoni

Presentazione della prima edizione del Premio nell’ambito dell’iniziativa Ottava zona – Memoria est

Nell'ambito di Biblioteche di Roma


Informazioni

Nel quadro della storia nazionale, relativamente alla Guerra di Liberazione italiana, i nove mesi dell’occupazione nazifascista di Roma restituiscono anche l’impegno civile e militare della comunità territoriale dell’odierno V Municipio, insignito di ben due medaglie d’oro al merito civile.
La memoria locale, quindi, può essere strumento importante per mettere in collegamento la vecchia e la nuova cittadinanza, preservandone le storie, le narrazioni e le provenienze che ne rappresentano l’ossatura genetica e sociale ancora oggi. Ed è per questo che molte associazioni e centri culturali del territorio hanno ideato il festival “Ottava zona – Memoria est”, alla sua prima edizione, con la volontà di promuovere un’intensa attività culturale nel V Municipio dal 4 al 24 aprile 2022, coinvolgendo i suoi abitanti e quelli della Città di Roma. Fra queste offerte culturali, c’è la prima edizione del Premio letterario Leonina Rondoni, che verrà presentato presso la Biblioteca Mameli.
Interverranno:
Mauro Caliste (Presidente del Municipio V)
Maurizio Mattana (Presidente Commissione Cultura Municipio V)
Stefania Ficacci (Incaricata per la valorizzazione della memoria storica Municipio V)
Erica Battaglia (Presidenza Commissione politiche sociali – Roma Capitale)
Claudia Ambrosio e Vanna Carlucci (Strategie Prenestine associazione promotrice del concorso)
Ilaria Iapadre (Circolo Arci Sparwasser)
Fabrizio Forcella (figlio di Leonina)
Parteciperanno anche le Librerie del territorio coinvolte nel concorso: Libreria il Mattone, Fortezza Est, Edizioni Alegre, Risma.
È stata scelta la figura di Leonina perché simbolicamente rappresenta il coraggio e la caparbietà di una donna che fin da piccola ha saputo manifestare il suo coraggio contro il fascismo, rendendosi protagonista, come moltissimi altri ancora sconosciuti nel periodo dell’occupazione nazifascista, di piccole azioni volte a proteggere la popolazione di Centocelle. Nell’immediato dopoguerra ha fatto parte dell’UDI – Unione Donne Italiane, schierandosi sempre dalla parte dei diritti delle donne; attivista instancabile nelle vertenze del suo territorio fra cui l’ultimo grande impegno di essere madrina, assieme a suo marito Adriano Pilade Forcella e a Modesto Di Veglia partigiani dell’8.a zona, del percorso istituzionale che ha portato l’intera comunità di Centocelle ad ottenere la medaglia d’oro per il merito civile per la Resistenza con il patrocinio della Presidenza della Repubblica nel 2018.
Il programma potrebbe subire variazioni
...Leggi tuttoLeggi meno...