EUREKA
Presentazione volume Arte e identità della specie umana
GRATUITO

Presentazione volume Arte e identità della specie umana

Presentazione del volume di Gabriele Simongini nell’ambito della serie di INCONTRI D’ARTE, CULTURA E VITA ALLA GAM

19.05.2022 ORE 18:00 Galleria d'Arte Moderna
Via Francesco Crispi, 24

Informazioni

Interventi di:
Cesare Biasini Selvaggi
Direttore editoriale Exibart

Federica Pirani
Storica dell’arte, Sovrintendenza Capitolina

Raffaele Simongini
Docente e Storico del Cinema

Manfredi Nicolò Maretti
Editore

È presente l’autore

Il volume di Gabriele Simongini riflette sulle componenti strutturali dell’arte del XXI secolo e, in particolare sul ruolo degli artisti, i quali, tanto più oggi, possono dare un contributo fondamentale perché gli esseri umani restino tali di fronte ai profondi mutamenti antropologici provocati dalle inesauste innovazioni tecnologiche. Purtroppo anche l’arte è oggetto di un’aggressione parassitaria da parte della moda, del design, dei social network, della speculazione finanziaria e del marketing che è parallela alla costante, progressiva cancellazione della memoria e della natura, alla quale stiamo assistendo passivamente se non partecipando attivamente con i nostri comportamenti quotidiani. Con questo lungo saggio l’autore intende quindi fornire un contributo a una riflessione più ampia, che non separi l’arte dal contesto economico e sociale in cui viviamo con tutti i suoi cambiamenti, non di rado inquietanti. Nel segno di un pluralismo polifonico che superi e purifichi l’ego autoriale si è ricorso ad una sorta di dialogo ideale e a un montaggio di voci autorevoli, diverse e disseminate nel tempo, che hanno colto quasi profeticamente i segni dell’annichilimento di arte, natura e memoria. L’obiettivo, senza alcuna intenzione di demonizzare la tecnologia e tenendo conto che l’ibridazione fra gli esseri umani e la tecnica è ormai inevitabile, è quello di ipotizzare come proprio l’arte possa salvaguardare l’identità della specie umana, prima di tutto riallacciando legami profondi, primigeni e ramificati con la memoria e con la natura, ma anche contrastando la colonizzazione del vivente, che va tutelato nella sua singolarità, da parte delle macchine.


Il programma potrebbe subire variazioni

...Leggi tuttoLeggi meno...