Contemporaneamente Roma
Contemporaneamente Roma
Spring Cleaning
GRATUITO

Spring Cleaning

Performance di Letizia Scalpello in cui l'artista richiama l'usanza ebraica di pulire la casa nel periodo della Pesach attribuendo al gesto nuove suggestioni

Nell'ambito di Sala Santa Rita contemporanea

16.09.2021 ─
30.09.2021
Sala Santa Rita
Via Montanara, 8

Informazioni

Pulire l’ambiente. Allontanare la polvere. Liberare lo spazio, anche dell’anima. È una sorta di rito laico di purificazione, che si fa cesura tra un presente incerto e un passato difficile – e, in tale veste, anche messaggio benaugurante – quello proposto nel progetto Spring Cleaning, performance di Letizia Scarpello, in più episodi, alla Sala Santa Rita, dal 16 al 30 settembre. Oggetto di indagine e riflessione sono le pulizie di primavera, tra storia e concretezza, nonché simbologia antica ma pure contemporanea.

L’artista richiama l’usanza ebraica di pulire la casa in corrispondenza della Pesach, la Pasqua ebraica appunto, per rimuovere eventuali residui di lievito in vista del divieto di consumare o possedere alimenti lievitati nel periodo della festività. E riconduce l’azione artistica pure a varie tradizioni regionali, nelle quali la pulizia primaverile è associata dai cristiani al sacramento della Confessione. In questi contesti, le pulizie diventano modo per scacciare il demonio e si fanno motivo di festa. Perfino laddove la religione dimentica il rito, la consuetudine ne tramanda valore e significato, in una accezione ampia di spiritualità, che supera definizioni e “confini”.

Letizia Scarpello guarda all’aspetto pratico e spirituale delle “pulizie di primavera”, conferendo al gesto nuove suggestioni: in epoca di pandemia, l’atto e, prima ancora il desiderio, di pulire l’ambiente diventano mezzi per ricercare equilibrio, luce e armonia, aprendo mente e cuore al nuovo, nel tentativo di spazzare via i pensieri drammatici e accogliere inattese o dimenticate gioie. La valenza del rito è sottolineata dalla relazione tra l’azione e lo spazio, chiesa sconsacrata ma comunque luogo di grande spiritualità, grazie alla struttura architettonica e alle tante suggestioni che porta con sé, anche qui tra storia e contemporaneità, passato e presente.

Classe 1989, Scarpello, che vive e lavora tra Pescara e Milano, attinge a teatro e arti performative, facendo delle sue visioni artistiche azioni nelle quali coinvolgere il pubblico e attraverso le quali sollecitarlo pure al cambiamento di prospettiva e sguardo.

Il programma potrebbe subire variazioni

...Leggi tuttoLeggi meno...

Nell'ambito di

Sala Santa Rita contemporanea
GRATUITO

Sala Santa Rita contemporanea

Un programma di mostre, performance e installazioni

05.07.2021 ─
31.12.2021
Sala Santa Rita
Via Montanara, 8