EUREKA
Stasera mi butto

Stasera mi butto

Un impiegato comunale minaccia di gettarsi dal balcone se non verrà ripetuta la partita della sua squadra, iniziando un tragicomico confronto con un cronista locale. Spettacolo di Patrizio Piacioni

Nell'ambito di Teatri in Comune 2021-2022

21.05.2022 ─
22.05.2022
Teatro Tor Bella Monaca
Via Bruno Cirino

Informazioni

di Patrizio Piacioni
con
 Mario Zamma, Alessia Fabiani, Salvo Buccafusca
regia di Giancarlo Fares
aiuto regista Giacomo Chiaro
scenografie Rocchina Ceglia

Le Ombre di Platone | Generazioni Spettacolari

Esasperato dalla bruciante ingiustizia sportiva consumata in diretta tv ai danni della sua squadra del cuore nell’ultima giornata del campionato di serie A, Leonida, impiegato comunale con un divorzio alle spalle e una nuova e giovane compagna con la quale non sa decidersi a consolidare il rapporto sentimentale per viverlo in modo continuativo, sale sul terrazzo del palazzo in cui abita e, in bilico sul muretto di recinzione, minaccia di gettarsi nel vuoto se non sarà disposta l’immediata ripetizione della partita in questione: impresa da moderno Don Chisciotte, impegnato a portare avanti, costi quel che costi, una protesta che difficilmente potrà contare sul convinto consenso dell’opinione pubblica e toccare il cuore dei cosiddetti “poteri forti”. La situazione si complica con l’irruzione sul terrazzo di Gualtiero Goffredi, conduttore dei notiziari trasmessi da una scalcinata tv privata: riuscito fortuitamente a entrare in contatto con il contestatore, il cronista non si lascia sfuggire l’occasione di intervistare Enea in diretta, sollecitando in ogni modo possibile la morbosa curiosità del pubblico che segue da casa. Un’occasione più unica che rara, che l’uomo, in un tragicomico confronto con l’aspirante suicida, cerca di sfruttare nel più cinico dei modi, infischiandosene alla grande dei risvolti umani della vicenda e del rischio di possibili esiti drammatici che essa comporta. Una situazione paradossale che costituisce lo spunto e l’innesco di una graffiante satira di costume. Un riflettore puntato, tra comicità e dramma, oltreché sulla crescente invadenza esercitata dai media, anche e soprattutto sull’ambiguità, la fragilità e la sostanziale insicurezza che affliggono i rapporti interpersonali di questo primo scorcio di terzo millennio.

Il programma potrebbe subire variazioni

...Leggi tuttoLeggi meno...