TABLEAUX VIVANTS
GRATUITO

TABLEAUX VIVANTS

Performance e pittura si incontrano per il primo dei tableaux vivants creati da Luigi Presicce per il public program de “Le Storie della Vera Croce”

25.02.2021 ORE 18:00

Informazioni

Il progetto Le Storie della Vera Croce si dilata ulteriormente attraverso un public program, ideato dall’artista Luigi Presicce, che prevede una serie di tableaux vivants, incontri di approfondimento, una rassegna cinematografica e giornate in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Roma si intersecano senza soluzione di continuità.

Il centro nevralgico dell’impianto espositivo de Le Storie della Vera Croce è la pittura, tanto nei rimandi ad alcuni dei più importanti cicli pittorici della nostra storia dell’arte quanto in nuove possibili attivazioni. Per questo l‘artista ha concepito un palinsesto di tableaux vivants, sei in totale, che entreranno nell’ambiente dell’installazione. Per ogni appuntamento, oltre ai diversi performer coinvolti, Presicce invita anche una serie di pittori italiani per una seduta di disegno e pittura dal vero, in continuità con il Simposio che lo stesso Presicce cura da due anni presso la Fondazione Lac o Le Mon di San Cesario di Lecce – divenuto una piattaforma unica di confronto per molti pittori italiani – e con la Scuola di Santa Rosa ideata insieme a Francesco Lauretta.
I primi ospiti sono i performer Ida Maurano, Denise Brambillasca, Vera Borghini e i pittori Pesce Khete, Valeria Carrieri, Marta Mancini, Gioacchino Pontrelli.

Attorno al tema dei tableuax vivants si attiveranno anche incontri, giornate in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Roma e una rassegna cinematografica che aggiungerà ulteriori riferimenti. La storia del cinema, infatti, mostra molti casi in cui il tableau vivant entra a far parte di storie tutt’altro che ferme: Caravaggio di Derek Jarman (1986), in cui il protagonista del barocco italiano si cimenta nel quotidiano allestimento di tableaux vivants, teatrini con figure immobili, che utilizza per realizzare i propri dipinti, La ricotta e il Decameron di Pier Paolo Pasolini o tutta l’opera filmica dell’armeno Sergej Parajanov (Sayat Nova in particolare) e forse il più recente The Cross and the Mill di Lech Majevski, dove tutto il film è un immenso paesaggio che imita con personaggi reali fermi la Salita al Calvario di Pieter Bruegel il Vecchio.

Ogni due settimane verrà allestito un nuovo tableau vivant e verranno chiamati a cimentarsi con la pittura e il disegno dal vero sempre nuovi artisti del panorama italiano.

I tableaux vivants si terranno:

giovedì 18 marzo dalle ore 18 alle 20
giovedì 25 marzo dalle ore 18 alle 20
giovedì 8 aprile dalle ore 18 alle 20
giovedì 15 aprile dalle ore 18 alle 20
giovedì 22 aprile dalle ore 18 alle 20

Il programma è in corso di aggiornamento e potrebbe subire variazioni

...Leggi tuttoLeggi meno...