ESTATE ROMANA
ESTATE ROMANA
Tempo
GRATUITO

Tempo

Serata conclusiva con Deborah Levy, Mircea Cărtărescu, Ben Pastor e Antonio Scurati. La performance artistica è di Michele di Stefano/mk, musica live di Amir El Saffar

Nell'ambito di LETTERATURE - Festival Internazionale di Roma

21.07.2022 ORE 21:00 Stadio Palatino
Stadio Palatino, Via di San Gregorio, Roma, RM, Italia

Informazioni

Pioggia Blu
Deborah Levy

Deborah Levy (1959) è tra le maggiori scrittrici inglesi. Nata in Sudafrica, è autrice di romanzi come A nuoto verso casa (Garzanti 2014), finalista al Man Booker Prize, e Come l’acqua che spezza la polvere (Garzanti 2018). L’uomo che aveva visto tutto è stato selezionato per il Man Booker Prize 2020 ed è entrato nella short list del Goldsmiths Prize 2019. NNE pubblicherà anche il suo prossimo romanzo.

Con le spalle al muro
Mircea Cărtărescu

Mircea Cărtărescu (Bucarest, 1956) è considerato il maggiore romanziere di lingua romena e d’Europa. Ha vinto molti premi, tra cui l’Internationaler Literaturpreis a Berlino (2012), lo Spycher in Svizzera (2013), il premio di Stato per la Letteratura europea conferito dalla Repubblica austriaca (2015) e il Prix Formentor (2018). È stato più volte indicato come possibile vincitore del Nobel. Tra le sue opere, uscite in Italia per Voland, Travesti (2000), Nostalgia (2003), la trilogia AbbacinanteL’ala sinistra (2008), Il corpo (2015), L’ala destra (2016) – e Il Levante (2019). Solenoide è considerato il suo capolavoro.

Lambiti dalla fiamma
Ben Pastor

Ben Pastor, nata a Roma, docente di scienze sociali nelle università americane, ha scritto narrativa di generi diversi con particolare impegno nel poliziesco storico. Della serie di Martin Bora Sellerio ha già pubblicato Il Signore delle cento ossa (2011), Lumen (2012), Il cielo di stagno (2013), Luna bugiarda (2013), La strada per Itaca (2014), Kaputt Mundi (2015), I piccoli fuochi (2016), Il morto in piazza (2017), La notte delle stelle cadenti (2018) e La sinagoga degli zingari (2021). Premio Flaiano 2018.

Il nostro tempo
Antonio Scurati

Antonio Scurati, nato a Napoli, cresciuto tra Venezia e Ravello, vive a Milano. Docente all’Università IULM, editorialista del «Corriere della Sera», ha vinto i principali premi letterari italiani ed è tradotto in tutto il mondo. Esordisce nel 2002 con Il rumore sordo della battaglia, poi pubblica nel 2005 Il sopravvissuto (Premio Campiello) e negli anni a seguire Una storia romantica (Premio SuperMondello), Il bambino che sognava la fine del mondo (2009), La seconda mezzanotte (2011), Il padre infedele (2013), Il tempo migliore della nostra vita (Premio Viareggio – Rèpaci e Premio Selezione Campiello). Del 2006 è il saggio La letteratura dell’inesperienza, seguito da altri studi. Scurati è con-direttore scientifico del Master in Arti del Racconto. Nel 2018 e nel 2020 Bompiani ha pubblicato i primi due romanzi dedicati al fascismo e a Benito Mussolini: M. Il figlio del secolo – in vetta alle classifiche per due anni consecutivi, vincitore del Premio Strega 2019, in corso di traduzione in 40 paesi, diventato uno spettacolo teatrale e una serie televisiva di prossima realizzazione – e M. L’uomo della provvidenza.

Canti dell’immediatezza
Michele di Stefano/mk
musica live: Amir El Saffar
con Biagio Caravano, Francesco Saverio Cavaliere, Andrea Dionisi, Sebastiano Geronimo, Luciano Ariel Lanza, Laura Scarpini, Francesca Linnea Ugolini composizione e musica elettronica: Lorenzo Bianchi Hoesch
canto, tromba e santur: Amir El Saffar
coreografia regia e costumi: Michele Di Stefano

Il programma potrebbe subire variazioni

...Leggi tuttoLeggi meno...