Un confine incerto

Un confine incerto

Il tema della pedopornografia viene indagato attraverso la storia di una poliziotta che lavora sul caso di rapimento di una ragazzina 

Nell'ambito di Nuovo cinema Aquila

21.12.2021 ORE 20:00 Nuovo Cinema Aquila
Via L’Aquila 66/74

Informazioni

Regia: Isabella Sandri; Cast: Salvatore Cantalupo, Valeria Golino, Cosmine Stratan; Thriller, Italia/Germania, 2019; 113′

In un camper parcheggiato nella Foresta Nera vive una strana coppia: un ragazzo, Richi, e una bambina chiamata Sputo.
A Roma, l’agente della Polizia Postale Milia Demez (Cosmina Stratan, Palma d’oro a Cannes per Oltre le colline) indaga su una rete di pedofili. Per farlo, ogni giorno cataloga foto e video dal web: si sente sempre in ritardo, impotente e fuori sincrono di fronte ai crimini a cui assiste senza poter intervenire. Analizzando l’ennesimo filmato, scopre l’identità di una bambina: è Magdalena Senoner, scomparsa qualche tempo prima in Sud Tirolo.
Le immagini, però, viaggiano senza confini, difficile capire da dove arrivino. Anche il mondo dei protagonisti fluttua tra Paesi e lingue diverse. Milia sarà in grado di decifrare la scomparsa assurda di quella bambina grazie a una lingua poco parlata, ma che lei conosce bene, il Ladino.

Il film fa parte di Focus: sebben che siamo donne.

Il programma potrebbe subire variazioni

...Leggi tuttoLeggi meno...