ESTATE ROMANA
ESTATE ROMANA
Skëterrë ’43 / Inferno ’43
GRATUITO

Skëterrë ’43 / Inferno ’43

Tema della serata è il suono come mezzo di propaganda, sottomissione e ribellione con un talk e la proiezione di film e cortometraggi

Nell'ambito di Albania Si Gira! – FUTURI PASSATI

11.06.2022 ORE 18:30 Casa del Cinema
Largo Marcello Mastroianni, 1

Informazioni

18:35 Nëpër Algjeri the Marok/Viaggio in Algeria e in Marocco (Hamdi Ferhati, 1963, 26′)
prod AL
genere documentario
v. o. sott. it.

18:55 Pavioni shqiptar ne Bari/ Il padiglione albanese a Bari (Dhimitër Lala, 1972, 9′)
prod. AL
genere documentario
v. o. sott. it.

19:05 Ansambli yne ne Itali/ Il nostro gruppo folclorico in Italia (Pëllumb Kallfa, 1979, 45′)
prod. AL
genere documentario
v. o. sott. it.

Talk: Comunità ritmiche: Il suono come mezzo di propaganda, sottomissione e ribellione
Ospiti: Bashkim Shehu, Prof. Leonardo De Franceschi, Jonida Prifti.
Moderatori: Fabio Bego e Nensi Bego

21:00 Skëterrë ’43 / Inferno ’43 (Rikard Ljarja, 1980, 100′)
prod. AL
genere drammatico
v. o. sott. it.
Ambientato durante l’occupazione italiana, il film racconta una vicenda che ha luogo all’interno dei campi di concentramento fascisti in Albania. La storiografia si è occupata poco di queste strutture di detenzione e ciò costituisce uno degli aspetti più singolari di quest’opera. La pellicola contiene anche riferimenti riconducibili al genere Nazi exploitation che divenne popolare negli anni Settanta. Il film di Rikard Ljarja non si limita a descrivere il regime di oppressione, ma tratta anche aspetti ideologici per
mostrare come il fascismo condizionava il rapporto tra italiani e albanesi e tra quest’ultimi e i loro compaesani. Il suono costituisce un elemento importante della trama poiché il parlare e l’ascoltare sono indicati come parti essenziali del processo di sottomissione.

Il progetto è vincitore dell’Avviso Pubblico “Estate Romana 2020 – 2021 – 2022”

Il programma potrebbe subire variazioni

...Leggi tuttoLeggi meno...