ESTATE ROMANA
ESTATE ROMANA
LETTERATURE – Festival Internazionale di Roma
GRATUITO

LETTERATURE - Festival Internazionale di Roma

XXI edizione dal titolo "Tempo nostro". Il 12, 14, 18, 19 e 21 luglio cinque serate di letture, performance artistiche, esibizioni e musica allo Stadio Palatino


Roma, 20 giugno 2022 – Torna LETTERATURE – Festival Internazionale di Roma, storica manifestazione della Capitale nell’ambito dell’Estate Romana 2022, a cura dell’Istituzione Biblioteche di Roma, promossa dall’Assessorato alla Cultura di Roma Capitale, organizzata da Zètema Progetto Cultura, in collaborazione con Parco Archeologico del Colosseo e SIAE-Società Italiana degli Autori ed Editori, sotto gli auspici del Centro per il libro e la lettura e con il patrocinio di AIE-Associazione Italiana Editori, ADEI-Associazione degli Editori Indipendenti e di Instituto Cervantes di Roma, Institut français di Roma, Institut français Centre Saint-Louis–Roma, American Academy in Rome, Ambasciata di Romania in Italia, Accademia di Romania, Ambasciata degli Stati Uniti Messicani, Ambasciata della Repubblica Ellenica.
Da quest’anno Rai Cultura è Media Partner della manifestazione.

Lo Stadio Palatino, all’interno del Parco Archeologico del Colosseo, è di nuovo lo straordinario scenario di Letterature Festival, con un format di cinque serate: 12, 14, 18, 19 e 21 luglio.

Il programma è a cura di Simona Cives, responsabile della Casa delle Letterature delle Biblioteche di Roma, con il contributo di un comitato scientifico composto da protagonisti di grande rilievo del panorama letterario, quali Paolo Di Paolo, Melania Mazzucco, Davide Orecchio, Igiaba Scego e Nadia Terranova. La regia e il coordinamento artistico sono di Fabrizio Arcuri.

Il tema di questa ventunesima edizione è fortemente legato al racconto del contemporaneo. Declinato da artisti e ospiti di fama internazionale, Tempo nostro è uno sguardo al presente con occhi nuovi, è il desiderio di proiettarci verso il futuro con un cambio di prospettiva.

Nell’anno del centenario della morte di Marcel Proust, Tempo nostro vuole essere un omaggio all’autore, ma anche un invito a riappropriarsi di ciò che si è perduto.

Ricco il programma delle serate, che prevede letture di inediti e performance artistiche, in un dialogo tra le diverse arti espressive, nel quale gli autori proporranno nuove chiavi di lettura, confermando ancora una volta il legame tra letteratura e vita. Cinque serate così declinate: Relazioni, Identità, Futuro, Confini, Tempo.

Una narrazione che può contare su molteplici voci: Fabrizio Arcuri, coordinatore artistico della manifestazione, si avvale, infatti, di coreografi e performer per disegnare una cornice all’interno della quale si muoveranno i corpi, intesi come possibilità di superare i propri confini, ridisegnando il modo di pensare e di pensarci.
Lo spazio concepito per questa edizione vede l’ausilio di varie postazioni che, situate ad altezze diverse, consentiranno un alternarsi di musicisti, artisti, autori che, insieme, comporranno un unico evento dal ritmo mutevole, esaltato da un disegno di luci.

LETTERATURE – Festival internazionale di Roma torna in presenza, in una location che consente di ospitare fino a 1000 persone, gratuitamente e senza obbligo di prenotazione.

La prima serata di martedì 12 luglio è inaugurata dallo scrittore spagnolo pluripremiato Javier Cercas, seguito dal tre volte finalista al Booker Prize Andrew O’Hagan, dalla vincitrice del Premio per l’Unione europea per la letteratura Emmanuelle Pagano e dal vincitore del Premio Strega 2022 Mario Desiati. La performance artistica è affidata a Michela Lucenti/balletto civile con Fratelli, liberamente ispirato alle meravigliose “Fantasie” di Henry Purcell, e alla musica live di Raffaele Rebaudengo (gnu quartett).

La seconda serata di giovedì 14 luglio è aperta dalle poesie di Dacia Maraini e dall’inedito del due volte vincitore del Premio Pulitzer Colson Whitehead, seguito dalla scrittrice canadese Rivka Galchen e da Katie Kitamura, finalista al National Book Award 2021. La performance artistica è affidata a Salvo Lombardo+Daria Greco /Chiasma con bit by bit e alla musica live di Erika Galli.

La terza serata di lunedì 18 luglio è dedicata all’anniversario della morte di Marcel Proust con due inediti, quello del Premio Strega Alessandro Piperno e quello della scrittrice kenyana Khadija Abdalla Bajaber, accompagnati dalle letture della Recherche di Laura Morante. Intervengono anche il Premio Biblioteca de Narrativa Colombiana Patricia Engel, lo scrittore greco Petros Markaris e quello statunitense David Leavitt. Musica dell’Orchestra di Piazza Vittorio.

La quarta serata di martedì 19 luglio ospita l’inedito del Premio Herralde de Novela Guadalupe Nettel, quello di Arturo Pérez-Reverte, membro della Reale Accademia di  Spagna tradotto in più di quaranta lingue, di Valeria Parrella e di Nicolas Dauplé, nipote di Irène Némirovsky e custode delle sue opere. La performance artistica è di Alessandro Sciarroni con Orlando’s version e la musica live di Rodrigo D’Erasmo (Afterhours).

La serata conclusiva di giovedì 21 luglio inizia con il racconto della finalista al Man Booker Prize Deborah Levy, prosegue con i racconti di Mircea Cărtărescu, pluripremiato e maggior romanziere di lingua romena, e con i racconti di Ben Pastor, Premio Flaiano 2018. Conclude il Festival il Premio Strega Antonio Scurati. La performance artistica è di Michele di Stefano/mk con Canti dell’immediatezza e la musica live è di Amir El Saffar.

Anche quest’anno l’Istituzione Biblioteche di Roma organizza quattro appuntamenti con ospiti internazionali presso Casa delle Letterature in cui gli scrittori presentano i loro ultimi libri: André Aciman lunedì 20 giugno ore 18 presenta Idillio sulla High Line (Guanda 2022), insieme a Sabina Minardi, Matei Vișniec giovedì 23 giugno ore 18 presenta Sindrome da panico nella città dei Lumi (Voland 2021) con Bruno Mazzoni e Martin van Geertruijden, Lillian Fishman presenta il suo libro d’esordio Servirsi (e/o 2022) martedì 28 giugno ore 18 insieme a Irene Graziosi, Lea Hager Coen presenta Matrimonio in cinque atti (SUR 2022) giovedì 30 giugno ore 18 con Igiaba Scego.

Il programma completo è sul sito www.culture.roma.it/festivaldelleletterature e sui social della manifestazione. Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito senza prenotazione fino a esaurimento posti. Le serate avranno inizio alle ore 21, con accesso allo Stadio Palatino alle ore 20.30. Per le quattro conversazioni alla Casa delle Letterature la prenotazione è consigliata via mail all’indirizzo casadelleletterature@bibliotechediroma.it o via telefono al numero 0645460581.