EUREKA
Il Cervello e le sue Meraviglie – 3° edizione
GRATUITO

Il Cervello e le sue Meraviglie - 3° edizione

Incontri accessibili a tutti per raccontare il mondo del cervello umano e le neuroscienze in relazione alle arti sceniche 

22.03.2022 ─
27.05.2022


Informazioni

Il progetto, arrivato alla sua terza edizione, continua ad illustrare il mondo affascinante e misterioso del cervello umano e a divulgare le recenti scoperte delle neuroscienze in modi accessibili a tutti in relazione alle arti sceniche, e lo fa abitando ancora luoghi insoliti come piazze, siti archeologici, parchi naturali, biblioteche, ma anche aule magne scolastiche e universitarie.

L’edizione 2022, composta da 12 incontri, continua ad aver l’obiettivo di incentivare la promozione e la divulgazione scientifico-culturale allo scopo meritorio di incrementare le opportunità di crescita culturale e di coesione sociale tra i cittadini. Questo progetto costituirà nuovamente l’occasione di riunire in Italia un team internazionale di personalità scientifiche e di studiosi delle arti performative e artisti di livello europeo.

In particolare la terza annualità della manifestazione, con la direzione artistica di Emilio Genazzini e sempre curata dalla responsabile scientifica del progetto, la docente de La Sapienza di Roma, Clelia Falletti, è costruita – da una parte – come un approfondimento di alcune tematiche che negli anni precedenti hanno suscitato particolare attenzione, come ad esempio: l’efficacia di attività teatrali svolte all’interno del programma delle cure ai malati di Parkinson per ottenere una migliore qualità della vita; il tema dell’embodiment che è alla base della possibilità, e necessità, delle relazioni sociali; l’apprezzamento dell’arte come potenzialità di approfondimento della conoscenza delle capacità cerebrali (approfondimento che quest’anno si avvarrà dell’importante intervento di una ricercatrice neurofisiologa dell’Università di Parma, dove furono scoperti i neuroni specchio).

Dall’altra parte, in questa terza edizione verranno introdotti temi, che interessano anche il nostro vissuto quotidiano, quali: le meraviglie dell’orecchio e dell’ascolto; le tecniche della creazione di una storia grazie alla plasticità del cervello e al potere delle parole; la dimensione “magica” del sonno; la conoscenza dei più recenti progressi degli impianti neurali; le pratiche di mindfulness; i miglioramenti negli ammalati di Parkinson ottenuti tramite l’uso di tecniche teatrali. La musica, il sogno, l’arte, gli ambienti ci modellano, ci influenzano, ci guariscono. Ancora oggi non tutti sanno che il nostro cervello può crescere e cambiare la sua struttura fisica anche in età adulta e che sono gli individui stessi con le loro abitudini di vita e le esperienze, a forgiare la mente in modi diversi.

Numerosi artisti e scienziati si incontrano per mostrare e dimostrare gli effetti della fruizione della musica o dello spettacolo sul cervello e la rilevanza di alcune condizioni specifiche come la differenza tra ambienti urbani o naturali, la presenza di malattie neurodegenerative in cui il cervello si trova a operare. Il progetto vuole contribuire a far conoscere come l’incontro tra arti performative e scienza possa, a partire dai neuroni specchio, spiegare le basi neurofisiologiche dell’empatia, dal teatro, dalle potenzialità dell’orecchio e dell’ascolto, fino alla mindfulness e alla quotidianità dei rapporti umani.

Il progetto è vincitore dell’Avviso Pubblico Eureka! Roma 2020-2021-2022
Il programma potrebbe subire variazioni

...Leggi tuttoLeggi meno...