ESTATE ROMANA
ESTATE ROMANA
Tor Bella Monaca Teatro Festival | Arena Estate

Tor Bella Monaca Teatro Festival | Arena Estate

Nell’Arena del Teatro Tor Bella Monaca nomi illustri del panorama teatrale e non solo, debutti assoluti, teatro ragazzi e cinema

24.06.2022 ─
02.09.2022
Arena Teatro Tor Bella Monaca
Via Bruno Cirino

Informazioni

Torna ad illuminare la bella stagione della Capitale, dal 24 giugno al 15 agosto, il Tor Bella Monaca Teatro Festival – Arena Estate: 44 serate di spettacolo.

Un cartellone ricco e variegato con proposte che spaziano tra i generi più diversi, con nomi noti e amati del pubblico. Tra questi Giampaolo Morelli in Scomode verità, comedy speech attraverso cui, l’attore si racconta al suo pubblico: un monologo irriverente, caustico, pungente e sincero; Gabriele Cirilli in Duepuntozero, uno show che riflette su cosa vuol dire essere aggiornati, connessi, globali, veloci, e su come sopravvivere stando al passo con il tempo, tramite la continua ricerca del nuovo attraversando tutti i generi del teatro comico: dalla commedia degli equivoci al cabaret, canzoni da cantante vero, monologhi e gag irresistibili; Giuseppe Pambieri in Terra Promessa, spettacolo che spiega in tono farsesco le avventure del Presidente e della sua delegazione, che devono affrontare situazioni surreali negli incontri con delegati di diverse nazioni per garantire un futuro al proprio popolo e alla propria famiglia; Paolo Hendel in Toscanacci, un viaggio nella sagacia di Toscana inaugurata da Boccaccio, Collodi, Malaparte, Bianciardi, un omaggio al ridere insieme in salsa toscana; Ornella Muti e Pino Quartullo in Mia moglie Penelope, un testo divertente, una partita a due fra un uomo ed una donna che sovvertono gli stereotipi del mito e confermano che anche le coppie più celebri non si sottraggono alle ripicche ed alle rivendicazioni di una moglie rispetto a suo marito; Francesco Montanari in Play House che tratteggia la storia di un uomo e una donna, Katrina e Simon, che in 13 quadri esplorano piccoli momenti di quotidianità, affondano la lama nel loro rapporto, costruiscono e distruggono la relazione; Lello Arena in Aspettando Godot, che acquista nuovi profumi e un punto di vista diverso proprio quando entra in contatto con il DNA dei figli di una città, come Napoli, che ha dovuto imparare presto il senso tragicomico dell’attesa; Antonio Rezza in Io in cui un radiologo esaurito fa le lastre sui cappotti dei pazienti mentre un essere impersonale oltraggia i luoghi della provenienza ansimando su un campo fatto a calcio; Giorgio Colangeli e Mariano Rigillo in I due Papi, testo vivace e incalzante, che rivela la storia di un’amicizia del tutto particolare tra Benedetto XVI e Papa Bergoglio ; Giuliana De Sio in Favolosa, un itinerario dal nord al sud, con fiabe scelte che conducono lo spettatore in una serie di storie surreali appartenenti alla nostra tradizione, tra diversi scenari, mille i volti e tante contraddizioni nella quale da sempre convivono vitalità e disperazione.

Dal 16 agosto al 2 settembre, invece, le luci si accendono sul grande schermo con Cinema di
Raccordo 2, una programmazione dedicata ai migliori film italiani e stranieri usciti in sala negli
ultimi mesi.

Il progetto è vincitore dell’Avviso Pubblico Estate Romana 2022 – Riaccendiamo la Città Insieme

Il programma potrebbe subire variazioni

...Leggi tuttoLeggi meno...