ESTATE ROMANA
ESTATE ROMANA
Natale di Roma

Natale di Roma

Per l’occasione gratuito l’accesso ai musei civici e numerose iniziative culturali in tutta la città


Giovedì 21 aprile è il 2775˚ compleanno di Roma, una grande festa per la città e per tutti i cittadini che l’Amministrazione capitolina celebra con un ampio calendario di visite guidate, appuntamenti didattici, inaugurazioni, mostre, concerti, spettacoli teatrali e proiezioni cinematografiche. In quella giornata è gratuito per tutti l’accesso ai Musei di Roma Capitale, mostre comprese, un’occasione speciale per celebrare la città ammirando le bellezze delle sue collezioni. A questi si aggiungono anche l’area archeologica del Circo Massimo e il Mausoleo di Augusto (prenotazione obbligatoria su www.mausoleodiaugusto.it).

IL PROGRAMMA COMPLETO CON TUTTI GLI APPUNTAMENTI È SCARICABILE QUI

Qui di seguito gli eventi in programma per il 21 aprile (la partecipazione è gratuita salvo dove diversamente indicato):

MUSEI, MOSTRE E VISITE GUIDATE

In occasione del Natale di Roma, due le importanti nuove aperture.

Inaugura il 21 aprile (apertura al pubblico dalle 14.30) ai Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali l’opera SYNESTHESIA, installazione interattiva e multisensoriale frutto di un ampio lavoro di ricerca portato avanti dai curatori Severino Alfonso e Loukia Tsafoulia con l’intento di sviluppare nuove metodologie che mettano in relazione l’individuo con il suo ambiente attraverso l’utilizzo e l’incontro di pratiche come il design interattivo e le scienze della salute emergenti. L’opera, realizzata da Synesthetic Research and Design Lab, Thomas Jefferson University e College of Architecture and Built Environment, è costituita da una sfera irregolare e morbida con effetti fluttuanti di luce e suono che invitano il visitatore ad avvicinarsi per intraprendere una conversazione sensoriale con l’oggetto e l’ambiente.

Inaugurato il 21 aprile, dal 22 riapre le porte al pubblico il Planetario di Roma Capitale ospitato all’interno del Museo della Civiltà Romana, dotato di una nuova tecnologia all’avanguardia e con nuovi spettacoli in programma. Il nuovo planetario digitale, dotato di un articolato sistema di videoproiettori ad altissimo contrasto, con risoluzione 4K, è in grado di ricostruire con estremo realismo la superficie di Terra, Luna e Marte e di permettere di guardare oltre, nei luoghi più lontani dell’universo, tra galassie e nebulose.

Per avvicinare i cittadini, attraverso l’osservazione e il racconto, a opere, monumenti, testimonianze artistiche e culturali meno note diffuse sul territorio, il 21 aprile sono in programma, inoltre, una serie di appuntamenti guidati dai funzionari dei musei:

– l’apertura straordinaria degli Acquedotti Claudio e Felice (ore 10.30);

– le visite alle rovine romane nei sotterranei del Museo Giovanni Barracco ritornate da poco accessibili al pubblico e di recente dotate di un sistema di illuminazione innovativo (ore 10.00; 10.45; 11.30; 12.15; 14.15; 15.00);

– la passeggiata nei Fori Imperiali alla ricerca delle tracce di antichi mestieri (ore 10.30, visita con interpretariato LIS);

– la passeggiata a Villa Borghese (ore 11.00) nei luoghi più significativi del parco come il piazzale del Museo Borghese, i giardini segreti, il Parco dei Daini, la Valle dei Platani, l’area di piazza di Siena e che termina al Casino dell’Orologio aperto eccezionalmente per l’occasione (visita con interpretariato LIS).

Nel pomeriggio poi in programma le visite alla collezione del Museo della Scuola Romana presso il Casino Nobile di Villa Torlonia (ore 16.00), alla Galleria d’Arte Moderna con il suo chiostro delle sculture e la mostra in corso sulla videoarte (ore 16.00) e ai Musei Capitolini alla mostra CURSUS HONORUM. Il governo di Roma prima di Cesare (ore 17.00), incentrata sulle cariche pubbliche dei magistrati di età repubblicana, aspetto fondamentale della vita politica di Roma antica.

Inoltre, sabato 23 e domenica 24 a Villa di Massenzio, dalle 10.00 alle 18.00, nella rievocazione storica Ab urbe Condita, i rievocatori dell’Associazione Culturale Civiltà Romana mostrano ai visitatori i gesti, le abitudini, i riti e i modi di vivere di chi ha vissuto prima di noi.

Per le visite guidate è obbligatoria la prenotazione al contact center 060608, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

EVENTI CULTURALI, TEATRO E CINEMA

Il programma di appuntamenti prende il via con uno dei figli più illustri di Roma, Ennio Morricone del quale si può ascoltare online sul sito www.santacecilia.it, la Meditazione orale a partire dalle 8.00 e fino alle 22.00. La composizione fu realizzata dal maestro nel 1970 per il centenario di Roma capitale d’Italia, per accompagnare un testo di Pier Paolo Pasolini, scritto nel 1961 per la ricorrenza dei 100 anni dell’Unità d’Italia. La versione online è quella del 2015, quando Morricone compose un nuovo commento musicale al testo ed eseguì “Meditazione orale”, con la voce registrata del poeta a leggere il proprio testo, alla guida dell’Orchestra e del Coro dell’Accademia di Santa Cecilia nella Sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica.

Nell’area del Circo Massimo, il Gruppo Storico Romano ricorda, come ormai da tradizione, il compleanno dell’Urbe proponendo, dalle 9.00 del 21 aprile alle 21.00 del 24 aprile, un ricco programma con rappresentazioni di antichi riti e feste e spettacoli di rievocazione storica. Nei quattro giorni, all’interno dell’area allestita come Castrum imperiale e repubblicano, si succedono incontri con autori, musica, mostre fotografiche e laboratori didattici per bambini.

Giovedì 21 aprile alle 15.00 è previsto il Tracciato del solco, la rievocazione della fondazione di Roma, seguito alle 16.30 dalla rappresentazione dell’antica festa delle Palilie, alle 18.15 c’è il rito del Rinnovo del Fuoco Sacro e alle 19.30 la Benedictio Urbi.

Sabato 23 aprile dalle 15.00 alle 16.30, a cura della Sovrintendenza Capitolina, si svolge la rievocazione storica di una partita di Harpastum, l’antico gioco romano con la palla.

Domenica 24 aprile l’appuntamento è con il corteo storico, composto da circa 1.000 rievocatori in costume, che parte alle 11.00 circa dal Circo Massimo. Dopo aver percorso Via dei Cerchi, Via di San Gregorio, Via Celio Vibenna, Colosseo, Via dei Fori Imperiali, Via San Pietro in Carcere, Via del Campidoglio, Via Teatro di Marcello, Via Luigi Petroselli, Via dei Cerchi, il corteo termina alle 13.30 circa al Circo Massimo. Nel pomeriggio seguono le esibizioni dei gruppi storici partecipanti che si concludono con la ricostruzione della battaglia di Bedriaco.

Nella mattinata del 21 poi, duplice appuntamento teatrale:

– alle 9.30, presentato dal Teatro Macondo, è di scena al Teatro Biblioteca Quarticciolo lo spettacolo, dedicato ai bambini delle scuole, Il gioco dei Miti, tratto dal libro “Miti romani” raccontati da Carola Susani con illustrazioni di Rita Petruccioli (biglietti: € 7,00);

– alle 10.00, invece, al Teatro Villa Pamphilj, è la volta dello spettacolo di divulgazione scientifica L’ombra di Talete, per la regia di Valeriano Solfiti (biglietti: € 7,00).

Il Teatro di Roma – Teatro Nazionale invita poi a scoprire e conoscere il più antico teatro di Roma, il Teatro Valle Franca Valeri, inaugurato nel 1727 con la visita guidata in programma alle 19.00 (disponibile allo stesso orario fino a domenica 24 aprile), dal titolo Viaggio al centro del teatro. Si possono scoprire i segreti di attori, registi e tecnici e le abitudini degli spettatori (prenotazione obbligatoria online su www.teatrodiroma.net).

A chiudere il palinsesto teatrale, infine, dal Teatro Tor Bella Monaca alle 21.00 (in programma anche il 20, 22 e 23 aprile e il 24 aprile alle 18.00), lo spettacolo Amara, a cura dell’Associazione Culturale Seven Cults, che porta in scena la povertà delle borgate romane nell’immediato dopoguerra. (Biglietti: €12 intero, €10 ridotto. Acquisto su www.vivaticket.comwww.teatriincomune.roma.it).

Altro duplice appuntamento è quello indirizzato agli amanti del grande schermo:

– il primo, alle 17.00, è a Villa Borghese nell’ex Casina delle Rose, dove la Casa del Cinema propone, in collaborazione con Fondazione Cinema per Roma, il film Il primo re di Matteo Rovere (Italia, 2019) che racconta la possibile storia di Romolo e Remo e della nascita di Roma a metà strada tra Storia e leggenda;

– il secondo appuntamento, invece, è alle 20.30 nella Sala Cinema del Palazzo delle Esposizioni, dove, nell’ambito della rassegna CINEMENTE – Festival di psicoanalisi e cinema, l’Azienda Speciale Palaexpo propone, in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale e la Società Psicoanalitica Italiana, la proiezione del film Marx può aspettare di Marco Bellocchio (Italia, 2021, 96’) seguita dall’incontro la psicanalista Manuela Fraire e Fabio Castriota (prenotazione obbligatoria sul sito www.palazzoesposizioni.it).

INCONTRI

In programma, nella giornata del 21 aprile e non solo, anche una serie di incontri pubblici attraverso i quali si ha la possibilità di approfondire varie tematiche legate alla città e alla sua storia.

Il MACRO con l’Omaggio a Remo, propone due appuntamenti (a ingresso libero fino a esaurimento posti) legati alla mostra in corso Remoria dedicata all’omonimo libro di Valerio Mattioli e alla sua narrazione della Città Eterna sulle tracce della figura di Remo, il gemello ucciso: mercoledì 20 aprile, alle 18.30, Roma non è Roma, indagine della superficie urbana di Roma a cui partecipano il gruppo di ricerca DOM e Annalisa Metta, docente di Architettura del Paesaggio presso l’Università Roma Tre. Segue. giovedì 21 aprile, sempre alle 18.30, La città dei vivi vs la città dei morti, con la partecipazione dello scrittore Nicola Lagioia e del filosofo Claudio Kulesko, per un viaggio all’interno del negativo urbano della periferia romana e della sua storia parallela.

Sempre il giovedì 21 aprile, a cura dell’Istituzione Sistema Biblioteche Centri culturali di Roma, in programma due appuntamenti: alle 17.30 alla Biblioteca Guglielmo Marconi, Massimiliano Maiucchi racconta la città con il garbo e l’ironia del linguaggio delle parole in rima raccolte in Roma fa rima (prenotazione consigliata: guglielmomarconi@bibliotechediroma.it). Alle 18.00, invece, alla Casa delle Letterature si tiene la presentazione del libro Sogno notturno a Roma (1871-2021) di Annarosa Mattei, con la presenza dell’autrice e di Paolo Portoghesi. Il libro racconta i traumi subiti dalla città, proclamata capitale del Regno d’Italia nel 1871, attraverso una ricognizione notturna dei luoghi più devastati dalle demolizioni e dalle ristrutturazioni attuate a partire da quell’anno (prenotazione obbligatoria: casadelleletterature@bibliotechediroma.it).

EVENTI NEI MUNICIPI

Giovedì 21 e domenica 24 il Municipio Roma I Centro invita tutti a partecipare alle due sfide Avventura urbana per il Natale di Roma, cacce al tesoro con l’aggiunta di elementi tecnologici (Codici qr, gps, ecc.) da giocare in squadre (max 30) composte da 5-6 persone. Partenza giovedì 21 alle 21.30 dal Circo Massimo, domenica 24 alle 16.30 da Campo de’ Fiori. Iscrizione obbligatoria della propria squadra al link junglegamex.wixsite.com/game4.

Giovedì 21 alle 11.00 davanti all’ingresso del Municipio Roma VIII viene inaugurata l’opera bronzea realizzata dallo scultore Dante Mortet, concepita durante la pandemia, con la partecipazione di numerosi studenti, e che rappresenta due mani giunte, simbolo di solidità, operosità e solidarietà. Nel pomeriggio, alle 15.30, alle 16.00, alle 16.30, alle 17.00 e alle 17.30 in Piazza Oderico da Pordenone, 7, visita guidata con Armando Pastori all’esposizione pittorica delle opere dell’artista marguttiano Vincenzo Petrillo (1932-2001). Ingresso con prenotazione obbligatoria (max 4 partecipanti per turno) comunicando l’orario prescelto alla mail assessoratocultura.mun08@comune.roma.it.

Giovedì 21 alle 17.15 presso l’Aula Consiliare del Municipio Roma X in collaborazione con Observo aps, incontro gratuito Roma e l’Europa… un mare di pace.

Alle 20.30 presso il Teatro Ciak (Via Cassia, 692), a cura del Municipio Roma XVConcerto per l’Ucraina Entrata ad offerta libera fino ad esaurimento posti (circa 400).

Domenica 24 aprile dalle 10.00 alle 19.00 a cura del Municipio Roma VI nel Parco “Ivan Sbernola”, si svolgono le rievocazioni storiche Felix Dies Natalis Roma, alla riscoperta delle origini della storia dell’Antica Roma. (Max 150 partecipanti).

Le iniziative per il 2775˚ Natale di Roma sono promosse da Roma Capitale in collaborazione con l’Istituzione Sistema Biblioteche Centri Culturali di Roma, la Sovrintendenza capitolina ai Beni Culturali, i Municipi I, VI, VIII, IX, X, XV, il Gruppo Storico Romano e con alcune delle principali istituzioni culturali cittadine: Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Teatro di Roma – Teatro NazionaleAzienda Speciale PalaexpoCasa del CinemaFondazione Cinema per RomaTeatro Tor Bella MonacaTeatro Biblioteca QuarticcioloTeatro Villa Pamphilj. Comunicazione a cura di Zètema Progetto Cultura.

Gli incontri  che prevedono traduzione in Lingua dei segni italiana-LIS, sono realizzati grazie alla collaborazione del Dipartimento Politiche Sociali e Salute (Direzione Servizi alla Persona) e della Cooperativa sociale onlus Segni di Integrazione – Lazio. Le persone sorde potranno prenotare telefonicamente al numero 060608 anche tramite il servizio multimediale gratuito CGS Comunicazione Globale per Sordi di Roma Capitale – collegandosi a questo sito dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 18.30 e il sabato dalle ore 8.30 alle ore 13.30.

 

Informazioni e aggiornamenti su www.comune.roma.it e www.culture.roma.it – #NatalediRoma2022